Venerdì, 16 Aprile 2021
In Lombardia / Sondrio

Il caso delle scuole chiuse nel paese in zona rossa: troppi bambini positivi ai test salivari

Ordinanza d'emergenza del sindaco di Grosio, in provincia di Sondrio. Troppi i contagiati tra i 307 volontari che hanno partecipato allo screening

A Grosio, comune dell'Alta Valtellina in provincia di Sondrio, le scuole appena aperte sono state già chiuse di nuovo. E fino a data da destinarsi. Da oggi 7 aprile circa 5,3 milioni di studenti sono rientrati a scuola per seguire le lezioni in aula. I bambini delle scuole materne e primarie e i ragazzi del primo anno delle medie sono tornati tra i banchi, in presenza, anche nelle regioni in zona rossa. Sempre in zona rossa, per gli studenti del secondo e terzo anno delle medie e per quelli delle superiori di secondo grado è prevista esclusivamente la modalità a distanza. Nelle regioni in zona arancione invece gli studenti del secondo e terzo anno della scuola secondaria di primo grado tornano in presenza, mentre per quelli delle scuole secondarie di secondo grado sarà garantita la presenza tra il 50 e il 75%.

Troppi bambini positivi ai test salivari: le scuole restano chiuse

A Grosio no, le scuole non hanno riaperto. Lo ha deciso il sindaco Gian Antonio Pini che ha emesso un'ordinanza d'emergenza per chiudere gli istituti a causa dei troppi positivi al coronavirus ancora presenti sul territorio comunale. Dopo aver sottoposto nei giorni scorsi, su base volontaria, la popolazione scolastica a test salivari per mappare la diffusione del covid tra i cittadini più giovani, il primo cittadino ha imposto il prolungamento della chiusura delle scuole fino a data da destinarsi con un'ordinanza firmata ieri in tarda serata.

Troppi i contagiati tra i 307 volontari che hanno partecipato al test tanto che, secondo il sindaco, "la percentuale di positivi riscontrata è risultata superiore all'Rt nazionale". E così, visto l'aumento esponenziale dei casi di positività riscontrati tra la popolazione del comune di Grosio e considerando che il decreto legge in vigore consente una deroga alla riapertura delle scuole in casi di eccezionale e straordinaria necessità dovuta alla presenza di focolai o al rischio estremamente elevato di diffusione del covid-19, Pini ha ritenuto "necessario, evidente e prudenziale, disporre la chiusura sul proprio territorio delle scuole di ogni ordine e grado a partire dal 7 aprile 2021 e fino a data da destinarsi".

scuole chiuse grosio sondrio-2

Continua a leggere su Today.it

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il caso delle scuole chiuse nel paese in zona rossa: troppi bambini positivi ai test salivari

Today è in caricamento