rotate-mobile
Martedì, 30 Novembre 2021
No vax

Selvaggia Lucarelli pubblica nome e cognome dell'uomo che l'ha aggredita in piazza

La giornalista ha rivelato sui social i dettagli dopo l'aggressione subita a Roma mentre documentava la protesta no vax e no pass al Circo Massimo

"Denuncerò", aveva detto Selvaggia Lucarelli dopo essere stata aggredita durante la manifestazione no pass e no vax a Roma sabato 20 novembre. La giornalista ha deciso intanto di pubblicare nome e cognome del suo aggressore sui social, identificandolo come un 60enne di Manziana, cittadina a nord di Roma, titolare di una palestra di boxe. Lucarelli ha condiviso anche una foto del soggetto, che lo ritrae insieme ad alcuni piccoli pugili. L'uomo, ha aggiunto, era già stato "denunciato a marzo 2020 perché aveva violato la quarantena (era andato a fare la spesa col Covid)".

Sulla pagina Facebook della palestra dell'uomo sono comparsi numerosi commenti molto critici nei suoi confronti. In risposta, chi amministra la pagina ha replicato: "La palestra si (sic, ndr) estranea da qualsiasi tipo di violenza verbale e fisica, cerchiamo solo di mantenere il profilo mirato solo ed esclusivamente allo sport, chi ha sbagliato pagherà di persona. Vi ringrazio per eventuali comprensione rivolti all'associazione e tutte le persone che lavorano quotidianamente e professionalmente per manifestare i veri valori dello sport rispettando tutte le norme vigenti".

L'aggressione a Selvaggia Lucarelli alla manifestazione a Roma

Selvaggia Lucarelli aveva raccontato su Twitter di essere andata a seguire la manifestazione "con cappello, occhiali, mascherina". "Nessun sapeva chi fossi. Per il solo fatto di chiedere 'perché è qui oggi?', sono stata aggredita in ogni modo possibile", aveva aggiunto, specificando che "tutto questo è stato possibile grazie alla totale assenza delle forze dell'ordine nell'area del Circo Massimo".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Selvaggia Lucarelli pubblica nome e cognome dell'uomo che l'ha aggredita in piazza

Today è in caricamento