rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Cronaca / La Spezia

Saragat e Leone graziarono dal carcere l'ideatore del sequestro Calevo

Lo scoop del Secolo XIX trova conferma in ambienti giudiziari: Pierluigi Destri, a capo della banda di sequestratori che nel periodo natalizio prese in ostaggio l'imprenditore ligura, evitò il carcere più volte.

Pierluigi Destro, l'ideatore del sequestro dell'imprenditore spezzino Andrea Calevo (nella foto), aveva ricevuto per due volte la grazia dai presidenti della Repubblica Giuseppe Saragat e Giovanni Leone.

Gli atti di clemenza nei confronti dell'uomo, oggi settantenne, era stati concessi il 28 ottobre 1971 e il 30 giugno 1977. La notizia è stata rivelata dal Secolo XIX ed ha trovato conferma in ambienti giudiziari.

Nel primo caso Destri era stato condannato a 3 anni per l'incendio doloso di un locale: prima di essere graziato evitò due anni con l'indulto mentre per il terzo venne 'graziato'.

Nel secondo caso il sequestratore di Calevo era stato condannato a 4 mesi di reclusione e al pagamento di una multa di 40mila lire per truffa continuata e a 80mila lire di ammenda per assegni a vuoto: ricevette la grazia per le pene detentive.

A controfirmare gli atti di grazia furono, la prima volta il ministro della Giustizia Emilio Colombo (Dc), la seconda, Francesco P. Bonifacio (indipendente).

In anni più recenti Destri fu arrestato il 19 gennaio 1996 per aver violato ripetutamente i sigilli della propria villa, poi divenuta la prigione di Calevo, sotto sequestro per abusi edilizi; e il 29 agosto 2005 per tangenti legate a coprire abusi edilizi ad Ameglia.

Gallery

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Saragat e Leone graziarono dal carcere l'ideatore del sequestro Calevo

Today è in caricamento