Martedì, 19 Ottobre 2021
Disoccupazione

Lavoro, questo sconosciuto: gli italiani non lo cercano più

E' boom di "sfiduciati": i disoccupati che nonostante abbiano i requisiti per entrare nel mercato del lavoro non lo fanno. In Italia sono più di 6 milioni: il triplo rispetto alla media Ue

ROMA - Dai disoccupati agli "sfiduciati": cambiano i nomi, ma non la sostanza. E' sempre dramma lavoro per l'Italia che dopo i record per i tassi di disoccupazione giovanile, fa segnare nuovi primi posti. I dati sulla disoccupazione ufficiale contano in Italia circa tre milioni di persone, ma statistiche più approfondite parlano anche di altri 3,3 milioni di italiani che sarebbero disponibili a lavorare ma non si iscrivono a nessuna lista e di fatto non cercano attivamente alcun posto di lavoro. Sono proprio loro gli "sfiduciati": ben il 13,1% della forza lavoro. 

Una statistica che è un'enormità se confrontata con l'equivalente media dell'Unione europea che si ferma appena al 4,1%. Sorride la Germania che ha l'1,3% di "sfiduciati", il Regno Unito con il 2,5% e addirittura la Spagna con un buon 5,1%.  

In Italia invece sono oltre 6,15 i milioni di "sfiduciati" sulla possibilità di trovare un lavoro, tra chi risulta disoccupato - 2,84 milioni nel terzo trimestre 2013 - e chi non entra nemmeno nel mercato - 3,3 milioni nello stesso periodo.

La metà di coloro che si dichiarano disponibili a lavorare ma non si impegnano nella ricerca di un'occupazione spiega che è "scoraggiata" dalla convinzione di non avere grandi occasioni nel trovare un posto di alcun tipo. Oltre due "sfiduciati" su tre vivono al Sud. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lavoro, questo sconosciuto: gli italiani non lo cercano più

Today è in caricamento