rotate-mobile
Domenica, 25 Settembre 2022
Cronaca Roma

Roma, sgomberata fabbrica ghetto: "Troppo degrado ma ora sono cani sciolti, dove andranno?"

Sgomberata l'ex fabbrica della Penicillina, in via Tiburtina: era occupata da migranti provenienti dall'Africa ma anche da italiani. Le voci del quartiere

E' iniziato lunedì di prima mattina lo sgombero della ex fabbrica della Penicillina, in via Tiburtina 1040, a pochi passi dal quartiere San Basilio, estrema periferia est di Roma. Sul posto decine di blindati delle forze dell'ordine e pattuglie della municipale per la viabilità. Via Tiburtina in direzione Gra è stata riaperta al traffico, nessuna criticità sotto il profilo dell'ordine e della sicurezza viene segnalata dalla Questura. Davanti all'ingresso dell'edificio abbandonato sono schierati blindati di polizia e carabinieri, oltre ad alcune squadre dei vigili del fuoco. La macchina della sicurezza è imponente. L'ex fabbrica farmaceutica era occupata da migranti provenienti dall'Africa ma anche da italiani.

In tutto sono circa 40 le persone sgomberate, riferiscono fonti di polizia. Si è poi proceduto con l'identificazione degli occupanti. "Sono andati via tutti nei giorni scorsi", racconta un migrante che è uscito spontaneamente dall'edificio. Anche altri migranti la notte scorsa hanno dormito in strada e molti questa mattina all'alba camminavano su via Tiburtina con i trolley. Nel passato recente nella fabbrica in rovina vivevano circa 600 persone, di varie nazionalità.

''Qui c'è troppo degrado, perciò oggi non verranno né la Raggi né Salvini''. E' l'amaro commenti di alcuni residenti di San Basilio, che si sono appostati di fronte alla ex fabbrica. ''Bravi, un altro show, li' dentro ormai non c'è più nessuno'', ha detto un'altra residente all'ingresso delle forze dell'ordine nello stabile. ''Ora sono cani sciolti - ha aggiunto un'altra signora - Prima almeno stavano lì dentro. Adesso devono trovargli un posto dove stare''. Il ministro dell'Interno e vicepremier prima delle 10 è invece giunto sul posto.

Attimi di tensione

Contestato da un gruppo di migranti sgomberati e dai militanti di Potere al Popolo il segretario del Pd di Roma Andrea Casu. Attimi di tensione quando l'esponente romano del Partito democratico si è avvicinato al gruppo che stava effettuando un sit in davanti alla ex fabbrica della Penicillina, dove è in corso lo sgombero da parte delle forze dell'ordine. "Avete governato per anni e siete responsabili di questa situazione, te ne devi andare via", gli hanno gridato i militanti. Casu è stato fatto allontanare dal sit in.

Dove andranno gli ormai ex occupanti

Venerdì fonti del Campidoglio facevano sapere che "grazie al lavoro integrato tra Sala Operativa Sociale, Municipio 4 e associazioni sono state accolte 32 persone che si trovavano dell'immobile ex Penicillina. Incrociando dati e informazioni è stata assicurata presa in carico dei soggetti in condizione di maggiore fragilità e vulnerabilità presso le strutture del circuito di accoglienza di Roma Capitale". Molti altri hanno invece trovato riparo nelle tante strutture abbandonate, soprattutto in via di Tor Cervara, come racconta RomaToday in un video reportage.

exPenicillina-2 Forze dell'ordine e vigili del fuoco nelle prime fasi dello sgombero (Foto: RomaToday)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Roma, sgomberata fabbrica ghetto: "Troppo degrado ma ora sono cani sciolti, dove andranno?"

Today è in caricamento