rotate-mobile
Giovedì, 19 Maggio 2022
Cronaca / Genova

Maxi sequestro di sigarette elettroniche: non erano a norma

Oltre tremila tra dispositivi antifumo e liquidi sono stati sequestrati stamattina a Genova dai carabinieri del Nas. I prodotti erano importati dalla Cina e non avevano alcuna etichettatura.

Sono il 'metodo antifumo' del momento. Le sigarette elettroniche che tanto successo stanno riscuotendo, tanto da essere uno dei regali più presenti sotto l'albero di Natale.

Per questo la notizia del maxi sequestro avvenuta stamattina dai Nas in diversi negozi di Genova ha fatto precipitare nel panico migliaia di persone. Il motivo del sequestro è il più grave possibile: le sigarette elettroniche vendute non erano a norma.

Tremila tra dispositivi e liquidi erano infatti privi del marchio di sicurezza. Nel mirino soprattutto negozi aperti negli ultimi tempi per sfruttare il business natalizio. 

È quanto scrive La Repubblica in cronaca di Genova: la notizia è stata confermata dai carabinieri. 

LEGGI LA NOTIZIA SU GENOVA TODAY

I militari hanno multato tre commercianti per alcune migliaia di euro. L'attività del Nas è voluta dal ministero della Salute nell'ambito delle verifiche sulla distribuzione in Italia di questo prodotto. Le sigarette elettroniche sequestrate non sono di marchi noti ma vengono dalla Cina e non hanno etichettatura Ce. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi sequestro di sigarette elettroniche: non erano a norma

Today è in caricamento