Giovedì, 16 Settembre 2021
Cronaca

Ogni anno il tabacco uccide oltre 7 milioni di persone: "Tasse e prezzi da aumentare"

L'allarme dell'Organizzazione mondiale della sanità

Il consumo di tabacco uccide più di sette milioni di persone ogni anno nel mondo. E’ l’allarme lanciato dall’Oms, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, che ha lanciato un appello per proibire la promozione e aumentare tasse e prezzo delle sigarette. In occasione della Giornata Mondiale senza tabacco, l’agenzia delle Nazioni Unite ha pubblicato un rapporto che valuta il costo sanitario ed economico del tabacco e, per la prima volta, il suo impatto ambientale.

“Il tabacco è una minaccia per tutti noi”, ha dichiarato la direttrice generale uscente dell’Oms, dottoressa Margaret Chan, in un comunicato. “Aggrava la povertà, vincola la produttività economica, spinge le famiglie a fare scelte alimentari negative e inquina l’aria interna”, ha affermato. Ogni anno, oltre sette milioni di persone muoiono per tabagismo, rispetto ai quattro milioni all’inizio del ventunesimo secolo, secondo i nuovi dati forniti dall’Oms.

Al momento il tabacco, principale causa evitabile di malattie non trasmissibili, uccide la metà delle persone che ne fanno consumo. Il tabagismo colpisce principalmente le persone povere e rappresenta una causa importante di disparità in materia di salute tra ricchi e poveri, secondo l’Oms, che ha indicato che oltre l’80 per cento dei decessi arriva dai Paesi a basso o medio reddito. Un trend che secondo le proiezioni dovrebbe durare fino al 2030. Senza dimenticare che il tabagismo rappresenta inoltre un pesante fardello economico per il pianeta: ogni anni, costa agli individui e ai governi oltre 1.400 miliardi di dollari (1.250 miliardi di euro) in spese mediche e perdita di produttività, ossia l’1,8 per cento del pil (prodotto interno lordo) mondiale.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ogni anno il tabacco uccide oltre 7 milioni di persone: "Tasse e prezzi da aumentare"

Today è in caricamento