rotate-mobile
Martedì, 23 Aprile 2024
La svolta / Bolzano

"Sigrid Groeber è caduta dalle scale", arrestato il compagno per omicidio

La donna aveva 39 anni. Alexander Gruber aveva riferito ai medici di un incidente domestico, ma la tesi non convince gli inquirenti. Per la Procura la vittima è stata picchiata e poi lasciata al freddo

Sigrid Groeber, la 39enne morta a Merano nella notte tra sabato 18 e domenica 19 febbraio, è stata uccisa. Ne sono convinti gli inquirenti, che non credono alla tesi dell'incidente domestico fornita dal compagno Alexander Gruber e hanno fatto scattare l'arresto.  L'uomo, 55 anni, è accusato di omicidio volontario. Cosa sappiamo.

Gruber lavora come custode della scuola alberghiera "Kaiserhof" e vive nell'alloggio di servizio. Nella notte tra sabato e domenica chiama i soccorsi chiedendo aiuto per la sua compagna. Racconta che hanno passato la serata insieme e di averla poi trovata priva di sensi. Dice che la donna è caduta dalle scale. Sigrid Groeber viene soccorsa e portata in ospedale, dove muore. Quando l'uomo apprende la notizia, si sente male e viene ricoverato. 

I medici hanno dei dubbi sulla versione fornita dall'uomo. Vengono allertati i carabinieri. Viene anche disposta l'autopsia sul cadavere di Sigrid Groeber. La Procura di Bolzano ha deciso però di non rendere noti gli esiti dell'esame autoptico per non inquinare le indagini. Nemmeno una settimana dopo la morte della donna, per Gruber scattano le manette.

"Sigrid è stata picchiata e lasciata al freddo"

A spiegare cosa ha fatto scattare l'arresto di Alexander Gruber è la Procura in una nota con cui si spiega che l'autopsia ha accertato più lesioni al capo, al collo, al torace, agli arti superiori e inferiori "tra cui plurimi fenomeni fratturativi coinvolgenti più elementi costali, a livello sia anteriore (torace) sia posteriore (dorso)".

"Le lesioni riscontrate - continua la Procura -, sia per entità sia per distribuzione sul corpo, sono risultate essere del tutto incompatibili con una caduta accidentale e sono dovute all'utilizzo di strumenti contundenti, quali pugni e calci. Le lesioni, aggravate dalle condizioni di ipotermia in conseguenza del fatto che la persona offesa è rimasta esposta al freddo per un significativo lasso di tempo dopo l'aggressione, hanno portato a una crisi respiratoria che ha determinato la morte della donna".

Da qui e "sussistendo un concreto pericolo di fuga" la richiesta di misura cautelare.

Tutte le notizie su Today.it

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Sigrid Groeber è caduta dalle scale", arrestato il compagno per omicidio

Today è in caricamento