rotate-mobile
Martedì, 5 Marzo 2024
Cronaca Lecce

Salento, incidente nel cantiere Snam: giovane operaio muore schiacciato da un macchinario

Tragedia nel Leccese. La vittima, Simone Martena, lavorava per conto della ditta Max Streicher. Emiliano: "Incredibile un simile incidente nel cantiere più sorvegliato d'Italia"

Si chiamava Simone Martena e aveva 35 anni l'operaio morto in un incidente sul lavoro questa mattina verso le 10.30 in contrada 'Largo Cappelle' di Pisignano, frazione di Vernole, in provincia di Lecce. Il giovane, originario di Squinzano, era un saldatore alle dipendenze della ditta Max Streicher. Secondo quanto riferito dalla Polizia di Stato sarebbe stato schiacciato da una macchina saldatrice che gli è finita addosso. 

Non è ancora chiara la dinamica dell'incidente che, stando ai primi riscontri, si sarebbe verificato durante le fasi di trasporto dell'imponente macchinario da utilizzare per le operazioni di saldatura. A dire di più saranno le verifiche dei carabinieri della stazione di Vernole e del nucleo operativo di Lecce e degli ispettori dello Spesal, arrivati subito dopo il drammatico episodio con il pubblico ministero Elsa Valeria Mignone e il medico legale.

La società Max Streicher ha fatto sapere con una nota di essere profondamente addolorata per l'accaduto, di essersi attivata per supportare le autorità competenti nello svolgimento degli accertamenti necessari e di essersi messa in contatto con la famiglia dell'operaio, per fornire ogni tipo di sostegno.

L'incidente è avvenuto nei pressi della strada Pisignano - Castri' dove si stanno svolgendo i lavori del Lotto 1 del gasdotto Snam di Interconnessione con il Trans Adriatic Pipeline (Tap), il gasdotto proveniente dall'Azerbaijan con approdo previsto a San Foca di Melendugno che dovrebbe trasportare gas naturale dal Mar Caspio.

incidente lavoro 5-2

Emiliano: "Incredibile un simile incidente nel cantiere più sorvegliato d'Italia"

''La morte sul lavoro di Simone Martena è una tragedia che si sarebbe dovuta evitare. E' incredibile che nel cantiere più sorvegliato di Italia e con un'azienda europea come quella dalla quale dipendeva Simone Martena si sia potuto verificare un simile incidente. Dovranno rendere conto alla famiglia, alla Magistratura e a tutta la Regione Puglia di quanto accaduto''. Così il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano ha commentato la tragedia costata la vita al giovane Simone Martena.  ''Questo non è il momento delle polemiche, ma del dolore'', ha aggiunto ''Ma nessuno pensi che dimenticheremo quanto accaduto. Alla famiglia e ai suoi compagni di lavoro esprimo la mia vicinanza più totale e il dolore di tutta la Puglia''.

Sulla vicenda intervengono anche i sindacati. Valentina Fragassi, segretario generale della Cgil Lecce,  chiede ancora una volta alle autorità di "accendere i riflettori sulla sicurezza nei cantieri della provincia, in particolare su quelli complessi, come in cantiere del gasdotto Tap. L’incidente odierno è accaduto dove si lavora all’interconnesione della rete Snam con Tap. Conosciamo la sensibilità del prefetto Maria Teresa Cucinotta su questo tema e per questo chiediamo la convocazione di un incontro urgente alla Prefettura: nel 2020 è inconcepibile morire di lavoro".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Salento, incidente nel cantiere Snam: giovane operaio muore schiacciato da un macchinario

Today è in caricamento