Lunedì, 26 Luglio 2021
Cronaca Agrigento

Lampedusa, sindaco contro i migranti: "Chiudere l'hotspot". Giusi Nicolini: "Terrorismo psicologico"

"Minacce, molestie, furti. Immigrati ubriachi che bivaccano nelle strade e nei bar e molestano le donne": grido d'allarme del sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, che denuncia come l'isola sia "allo stremo". Giusi Nicolini: "Sta facendo terrorismo psicologico fuori tempo massimo". Il parroco: "L'isola è vivibilissima"

"Minacce, molestie, furti. Immigrati ubriachi che bivaccano nelle strade e nei bar e molestano le donne": grido d'allarme del sindaco di Lampedusa, Salvatore Martello, che denuncia come l'isola sia "allo stremo" a causa degli immigrati fuori controllo. E chiede la chiusura dell'Hot spot, "una struttura inutile che non serve a niente".

Il sindaco: "Lampedusa al collasso"

"Lampedusa è al collasso - denuncia - le forze dell'ordine sono impotenti, nel centro ci sono 180 tunisini molti dei quali riescono tranquillamente ad aggirare i controlli: bivaccano e vivono per strada". "Siamo soli", denuncia il sindaco che lamenta la totale assenza delle Istituzioni a fronte di "un grave problema di ordine pubblico" e chiede "l'intervento diretto del ministro degli Interni". In serata il sindaco ha smussato i toni: "Non vuole essere un attacco contro l'accoglienza, perché vorrei ribadire che Lampedusa continuerà a essere accogliente, ma chiedo il rispetto del diritto dei lampedusani e degli stessi migranti".

Giusi Nicolini: "Terrorismo psicologico"

"Sta facendo terrorismo psicologico fuori tempo massimo: a Lampedusa gli sbarchi sono diminuiti. Teme che sia finita la partita emergenza immigrazione, si sente fuori dai giochi". Così l'ex sindaca Giusi Nicolini sull'allarme lanciato dall'attuale primo cittadino dell'isola, Totò Martello. Garantisce Nicolini: "Lampedusa è invasa dai turisti, c'è ancora l'estate. Due settimane fa, tre tunisini hanno preso della frutta da una bancarella. Non ho mai sentito di molestie a donne, anche se l'argomento è attuale e quindi vorrebbe inserisi nel clima di caccia allo stupratore". Quanto all'hotspot che Martello vorrebbe chiuso subito, l'ex sindaca spiega: "E' stato imposto dall'Europa, ma crea problemi ai migranti trattenuti nel centro, non all'ordine pubblico dell'isola".

Il parroco: "Isola vivibilissima"

"Sono sorpreso, io vedo un'isola vivibilissima" afferma il parroco di Lampedusa, don Carmelo La Magra. "Io vedo un'isola tranquilla e vivibilissima, piena di turisti", dichiara il sacerdote all'Adnkronos. "La presa di posizione del sindaco mi lascia sorpreso. Francamente non vedo il minimo problema. Il sindaco avrà avuto carte e dati alla mano perché se è vero quel che denuncia sarebbe grave. Magari ha qualche notizia più certa, ma io non vedo disordini", sottolinea il sacerdote. "I tunisini arrivati sull'isola sono molto giovani e certamente rumorosi ma - insiste - io vedo un'isola serena e vivibilissima. Anche nei giorni scorsi ho portato delegazioni in visita a Lampedusa e i migranti sono quasi invisibili. Magari il sindaco avrà qualche dato in più ma qui nell'isola si sa un po' tutto e le cose si conoscono. E io non sono per nulla a conoscenza di disturbi e di reati. Il punto è che non si dovrebbe alimentare la diffidenza".

La notizia su AgrigentoNotizie

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lampedusa, sindaco contro i migranti: "Chiudere l'hotspot". Giusi Nicolini: "Terrorismo psicologico"

Today è in caricamento