Mercoledì, 22 Settembre 2021
Chiesa

Il bimbo che commuove i vescovi: voleva dividere l'ostia col papà risposato

La storia raccontata da don Manuel Dorantes, collaboratore spagnolo del portavoce vaticano: è accaduto tutto durante la prima comunione del piccolo. "Voleva dare l'ostia al padre ma gli è stato proibito"

Foto di repertorio

ROMA - E alla fine è arrivato il bambino che, parlando di comunione per i divorziati-risposati, ha commosso i vescovi. Si stava celebrando la sua prima comunione: dopo aver ricevuto l'ostia dal prete, voleva dare la comunione al padre. Ma è stato fermato in quanto il genitore "non poteva comunicarsi in quanto divorziato e risposato". Quindi, vietato.

L'episodio è stato raccontato nel corso del briefing quotidiano da don Manuel Dorantes, collaboratore al per la lingua spagnola del portavoce vaticano, padre Federico Lombardi. A raccontare la vicenda in aula, mentre il Sinodo entra nel vivo della discussione sui divorziati risposati, un padre sinodale in quello che il sacerdote spagnolo ha definto "un racconto molto emotivo". 

Torna così al centro della discussione del Sinodo la polemica sul divieto della comunione per i coniugi divorziati e risposati. Un tema "particolarmente interessante" - ha spiegato la responsabile in lingua francese per i briefing quotidiani della sala stampa vaticana, Romilda Ferrato - in quanto cristallizza più di altre questioni i diversi approcci che si esprimono in questa assemblea".

I risposati, in particolare, come sottolineato da diversi padri sinodali, "non sono scomunicati e la Chiesa deve chiedersi cosa fa per loro in modo concreto". Lo scoglio però resta l'accesso ai sacramenti, contro il quale si sono schierati apertamente alcuni vescovi. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il bimbo che commuove i vescovi: voleva dividere l'ostia col papà risposato

Today è in caricamento