rotate-mobile
Sabato, 25 Maggio 2024
L'ennesimo femminicidio / Novara

Il dramma del Lago Maggiore, uccide la compagna e si butta dal ponte

Il delitto che ha sconvolto la comunità di Dormelletto, in provincia di Novara: Sonia Solinas, 49 anni, sarebbe stata uccisa a coltellate dal compagno, che poi si è gettato da un ponte. L'ennesimo femminicidio del 2022, con diversi punti da chiarire: l'uomo non ha lasciato alcun biglietto e non vi erano stati precedenti

Uccide la moglie con due coltellate alla gola, poi esce di casa e si toglie la vita gettandosi da un ponte. La tragedia di Sonia Solinas, trovata senza vita nella sua abitazione, ha sconvolto la comunità di Dormelletto, in provincia di Novara: a 24 ore dal delitto l'ipotesi dell'omicidio-suicidio ad opera del compagno Filippo Ferrari è praticamente certa. La barista 49enne e l'operaio di 37 anni stavano insieme da circa 15 anni, in un rapporto definito "turbolento" da chi li conosceva, ma che non faceva presagire la possibilità di un gesto così estremo, tanto che non risultano denunce precedenti da parte della donna. 

Il delitto e poi il suicidio: il ritrovamento dei corpi

L'allarme è scattato nella mattina di ieri, martedìm 26 aprile, quando la 49enne non si è presentata al lavoro al Marconi Beach di Arona. Il titolare ha avvisato la madre, che è andata nella casa di via Vittorio Emanuele, a Dormelletto, e l'ha trovata in un lago di sangue. La madre ha chiamato immediatamente i soccorsi, che però non hanno potuto fare niente per la donna: Sonia Solinas era già morta, colpita da due fendenti alla gola mentre era ancora in pigiama. Nel frattempo, intorno alle 11.30, alcuni operai che lavoravano sulla strada provinciale 90 tra Rovegro, frazione di San Bernardino Verbano, e Cicogna, frazione di Cossogno, hanno sentito un forte rumore e hanno chiamato i soccorsi. Filippo Ferrari, il compagno di Sonia Solinas, si era gettato da un ponte. L'elicottero del 118 giunto sul posto non ha potuto intervenire a causa dei cavi elettrici, quindi il corpo è stato recuperato dai vigili del fuoco, con la collaborazione del soccorso alpino. Sul posto anche i carabinieri e i forestali. 

Le indagini e i punti da chiarire

Sono i carabinieri del comando provinciale di Novara che si stanno occupando delle indagini. Fin da subito, scoperto che Ferrari si era tolto la vita, l'ipotesi che ha preso forma è stata quella dell'omicidio-suicidio. Il corpo senza vita di Sonia è stato rinvenuto in soggiorno, ma in casa era tutto in ordine e non vi erano segni di colluttazione. Neanche i vicini e gli abitanti della zona hanno udito rumori o suoni che potessero far pensare ad un omicidio. Il delitto dovrebbe essere avvenuto tra le 6 e le 8 del mattino: Ferrari è poi uscito dall'abitazione di Dormelletto e ha viaggiato per circa 50 chilometri, per arrivare infine a buttarsi nel San Bernardino da Ponte Casletto, alle porte della Val Grande. Quello che resta da chiarire è il reale movente del delitto: l'uomo non ha lasciato nessun biglietto nell'abitazione o nella sua Polo, abbandonata poco prima di togliersi la vita. I carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato soltanto il cellulare. Mentre le indagini proseguono, l'intera comunità è sotto shock e incredula per l'ennesimo delitto avvenuto tra le mura di casa. L'ennesimo femminicidio del 2022: da gennaio ad oggi sono 17 le donne uccise da compagni, mariti o presunti tali. Sonia è la terza vittima nel mese di aprile, dopo Angela Avitabile e Romina Vento, uccise rispettivamente a Rimini e Fara Gera D'Adda la scorsa settimana.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il dramma del Lago Maggiore, uccide la compagna e si butta dal ponte

Today è in caricamento