Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Torino

Sospetto caso di Ebola, poi l'allarme rientra: "E' malaria"

Dopo il primo ricovero in isolamento direttamente all’ospedale Molinette, il paziente è stato trasportato all’Amedeo di Savoia di Torino

TORINO - In serata è rientrato l’allarme ebola che aveva costretto molti pazienti del Pronto Soccorso dell’ospedale Molinette a rimanere chiusi all’interno del nosocomio in attesa che fosse fatta più chiarezza. Il quarantacinquenne originario della Guinea, si era presentato con molta febbre e con alcuni sintomi che avevano fatto temere che avesse contratto il virus in un suo viaggio nel paese natale. Invece gli esami hanno escluso l’ebola, si tratterebbe di malaria.

Dopo il primo ricovero in isolamento direttamente all’ospedale Molinette, il paziente è stato trasportato all’Amedeo di Savoia, centro specializzato in malattie infettive, con una barella ad alto contenimento, così come previsto dalle misure di sicurezza previste dal protocollo nazionale per i casi di febbri emorragiche virali. Contemporaneamente anche medici, infermieri e chiunque fosse entrato in contatto diretto con lui era stato sottoposto alla profilassi. Solo in serata sono arrivati i risultati degli esami, risultati tutti negativi.

L’uomo è residente in Piemonte ed è sposato con una donna italiana. Recentemente aveva fatto un viaggio in Francia, dopo aver trascorso due settimane in Guinea, paese dove l’ebola non è ancora stata sconfitta. Questo uno degli elementi che ha fatto temere il peggio, anche se dall’assessorato regionale alla Sanità si è cercato di mantenere la calma visto che  l’uomo non era entrato in contatto con persone malate o decedute.

Attualmente il quarantacinquenne si trova ricoverato in isolamento all’ospedale Amedeo di Savoia. Ci resterà almeno dino a oggi, in attesa che arrivi il responso definitivo dallo Spellanzani di Roma, il centro di riferimento nazionale per il virus. Leggi su TorinoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sospetto caso di Ebola, poi l'allarme rientra: "E' malaria"

Today è in caricamento