rotate-mobile
Mercoledì, 19 Gennaio 2022
Cronaca

Difende la fidanzata da uno scippo e gli sparano in testa: morto Luca Sacchi

Non ce l'ha fatta Luca Sacchi, il ragazzo di 24 anni colpito alla testa nella serata di ieri da uno sparo esploso da due rapinatori, con cui aveva ingaggiato una colluttazione per recuperare lo zaino rubato alla ragazza

Prima la rapina, poi il tentativo di recuperare la refurtiva e infine uno sparo. Non ce l'ha fatta Luca Sacchi, il ragazzo di 24 anni, che da ieri sera lottava tra la vita e la morte dopo essere stato colpito alla testa da un colpo di arma da fuoco, mentre cercava di recuperare lo zaino rubato alla fidanzata di 25 anni da due rapinatori. E' successo intorno alle 23 di ieri, mercoledì 23 ottobre, in via Franco Bartoloni, all'incrocio con via Teodoro Mommsen, all'Appio Latino, a Roma. A dare l'allarme, immediatamente, i clienti del pub che affaccia su quel tratto di strada e i residenti del quartiere.

Roma, reagisce alla rapina: gli sparano in testa

A ricostruire i fatti i carabinieri di piazza Dante e del Nucleo Radiomobile, insieme al supporto investigativo dei militari di via In Selci. I due giovani si stavano incamminando verso un pub di via Bartoloni per passare una serata tranquilla con gli amici che li stavano aspettando. Ad un tratto, però, due uomini (italiani secondo le prime testimonianze) li hanno aggrediti alle spalle colpendo alla nuca la 25enne rubandole lo zaino che conteneva i pochi effetti personali.

Luca Sacchi, il fitness e le moto: chi era il 24enne ucciso per aver difeso la sua fidanzata

In quel momento la ragazza, senza opporre resistenza, ha consegnato quanto aveva, ma il fidanzato, intervenendo in sua difesa, ha reagito d'istinto ingaggiando una colluttazione con i due malviventi. Breve però perché uno dei due ha estratto una pistola e ha sparato: un colpo secco che ha colpito alla testa il 24enne. 

Luca Sacchi, i genitori autorizzano la donazione degli organi

Immediata quindi la corsa in ospedale. Il giovane, portato al San Giovanni Addolorata, ha lottato fino alla mattina di oggi, giovedì 24 ottobre, quando è arrivata la terribile notizia del decesso. Secondo AdnKronos, i genitori del ragazzo avrebbero dato il consenso alla donazione degli organi, se confermata l'idoneità del giovane all'eventuale prelievo per trapianto terapeutico.

Le indagini per trovare il killer

I carabinieri, invece, sono alla caccia dei due ladri, anche per determinare chi ha sparato. Durante i rilievi investigativi è emerso inoltre come, oltre le tracce di sangue sull'asfalto, una vetrata del pub sia andata in frantumi: da capire se sia avvenuto a causa del proiettile vagante esploso, oppure se per un secondo sparo. Elemento, questo, che fa pensare come anche altre persone sarebbero potute rimanere ferite. 

Luca Sacchi ucciso a Roma, il racconto della fidanzata: "Mi hanno detto: dacci la borsa"

"Eravamo appena usciti dal pub. Mi sono sentita strattonare da dietro, mi hanno detto: 'dacci la borsa'. Gliela stavo consegnando quando mi hanno colpito con una mazza. A questo punto è intervenuto Luca che ha reagito bloccando il ragazzo che mi aveva aggredito, quindi è intervenuto l'altro aggressore che gli ha sparato alla testa". E' quanto ha detto agli inquirenti Anastasia, la fidanzata di Luca Sacchi, il giovane di 24 anni ucciso con un colpo di pistola alla testa davanti ad un pub di Roma. La ragazza ha riferito la sua versione dei fatti spiegando che lei e il fidanzato erano andati nel locale per bere una birra al termine di una giornata di lavoro. La ragazza ha detto che i due aggressori sono fuggiti a bordo di una Smart mentre altre persone hanno riferito che i due sarebbero fuggiti a piedi. A dare l'allarme per primo è stato un tassista che si trovava a passare in via Bartoloni nella zona di Colli Albani.

Luca Sacchi, ucciso a Roma: si indaga per omicidio volontario

La procura di Roma indaga per omicidio volontario in relazione alla morte di Luca Sacchi, il 24enne colpito da un proiettile alla testa ieri notte a Roma dopo aver difeso la fidanzata da una rapina in zona Colli Albani. Titolare del fascicolo è il pm Nadia Plastina che ha già ricevuto una prima informativa dai carabinieri che conducono le indagini.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Difende la fidanzata da uno scippo e gli sparano in testa: morto Luca Sacchi

Today è in caricamento