Lunedì, 17 Maggio 2021
Roma

Cucchi, un'assoluzione e 4 prescrizioni per i medici

Si tratta della terza sentenza per i sanitari dell'ospedale Sandro Pertini coinvolti nella vicenda del geometra romano. C'è attesa per il verdetto della Corte d'Assise sul pestaggio in caserma

Quattro prescrizioni e un'assoluzione: è la decisione dei giudici della Corte d'Assise di Appello di Roma per i cinque medici dell'ospedale Sandro Pertini coinvolti nella vicenda di Stefano Cucchi, il geometra romano arrestato nell'ottobre 2009 per droga e poi morto una settimana dopo.

Nel dettaglio, i giudici hanno assolto per non aver commesso il fatto Stefania Corbi e prescritto le accuse per Aldo Fierro, Flaminia Bruno, Luigi De Marchis Preite e Silvia Di Carlo che si occuparono a vario titolo di Stefano Cucchi durante il ricovero nel reparto protetto. L’accusa per tutti era di omicidio colposo.

Stefano Cucchi, prescrizione per 4 medici e uno assolto

Nell'udienza del 6 maggio scorso, il sostituto procuratore generale Mario Remus aveva chiesto il non doversi procedere per prescrizione del reato. "La prescrizione del reato è una sconfitta per la giustizia ma questo processo è stato fatto fra mille difficoltà", aveva sottolineato il pg nella sua requisitoria. "Per salvare Stefano Cucchi - aveva detto - sarebbe bastato un tocco di umanità, un gesto, per convincerlo a bere e a mangiare". Un iter processuale che ha visto gli imputati, inizialmente alla sbarra con l'accusa di abbandono di incapace diventata poi di omicidio colposo, prima condannati nel giugno 2013 e poi assolti in appello. Successivamente intervenne la Cassazione che ordinò un processo  d'Appello bis dove i nuovi giudici confermarono l'assoluzione. Infine il nuovo rinvio stabilito dalla Suprema Corte che ha dato vita al terzo processo d'Appello.

Cucchi, due carabinieri condannati a 12 anni per omicidio preterintenzionale

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Cucchi, un'assoluzione e 4 prescrizioni per i medici

Today è in caricamento