Sabato, 10 Aprile 2021

Panico all'esame di maturità, studente si presenta con una pistola: "Promuovetemi"

Il ragazzo è stato disarmato da una professoressa e portato in ospedale. L'arma è risultata scarica

Foto da Fb/Cesaris Casalpusterlengo

Panico nella tarda mattinata in una scuola superiore Casalpusterlengo, nel Lodigiano. In base a quanto ricostruito dalle forze dell'ordine, un ragazzo di 18 anni, iscritto all'Itis Cesaris, è andato a sostenere l'esame di maturità armato di pistola. Una volta davanti alla commissione, il giovane avrebbe estratto l'arma intimando agli insegnanti di promuoverlo. 

Il giovane avrebbe appoggiato l'arma sul banco per poi - scrive il 'Corsera' - rivolgersi così ai professori: "Voi oggi proprio dovete farmi passare l’esame di maturità". Ad afferrare la pistola, un vecchio revolver risultato poi scarico, è stata una professoressa. 

Sul posto sono accorsi polizia locale, carabinieri di Codogno e un'ambulanza del 118. In corso le indagini per capire la dinamica dell'episodio. Il revolver è stato posto sotto sequestro. Mentre il giovane è stato portato al pronto soccorso in ambulanza per accertamenti sul suo stato psichico. Nella scuola è arrivato anche il sindaco di Casalpusterlengo, Elia Delmiglio. Sembra che il giovane avesse trovato quella pistola in cantina e che l'arma appartenesse al nonno. 

Continua a leggere su Today.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Panico all'esame di maturità, studente si presenta con una pistola: "Promuovetemi"

Today è in caricamento