Sabato, 15 Maggio 2021
Polemica / Verona

La prof che fa bendare l’alunna durante l’interrogazione in dad e la protesta degli studenti

Il caso durante una lezione a distanza per una classe di un liceo di Verona. La scuola si è già attivata, fa sapere il dirigente scolastico

Stava rispondendo troppo bene alle domande dell’interrogazione in dad di tedesco, tanto che la professoressa si è insospettita e le ha chiesto di bendarsi gli occhi per essere sicura che non stesso sbirciando. Il caso durante una lezione a distanza per una seconda classe di un liceo del centro di Verona, segnalata dagli stessi studenti e sulla quale la scuola si è già attivata, come ha confermato il dirigente scolastico. 

La vicenda è avvenuta all’indomani di uno sciopero degli studenti proprio contro la didattica a distanza, protagonista una studentessa di 15 anni. Quando l’insegnante le ha chiesto di bendarsi per assicurarsi che non stesse leggendo dagli appunti oppure da altri dispositivi, la ragazza ha obbedito, coprendosi gli occhi con una sciarpa e continuando l’interrogazione, tra il disagio e l’imbarazzo degli altri compagni di classe connessi insieme a lei. 

Studentessa bendata durante l'interrogazione in dad, la Rete degli Studenti Medi: "Decisioni repressive"

La Rete degli Studenti Medi di Verona è intervenuta stigmatizzando quanto avvenuto ed esprimendo piena solidarietà alla studentessa. "Come Rete degli Studenti Medi di Verona siamo sconvolti e amareggiati dalle decisioni repressive prese della professoressa, ma purtroppo non sorpresi - si legge in una nota pubblicata sulla loro pagina Facebook - Non è la prima docente che, durante le lezioni in didattica a distanza, decide di instaurare un clima del tutto inadatto per la nostra crescita e formazione. La DAD è già di per se uno strumento che allontana lo studente dalla scuola e dal resto della comunità studentesca, non può diventare un pretesto per azioni intimidatorie nei confronti di chi sta sostenendo una prova di valutazione.  Offriamo piena solidarietà alla studentessa, a una di noi. Chiediamo che vengano presi dei seri provvedimenti, non è questa la scuola che vogliamo!". 

Il caso delle alunne bendate in dad a Scafati

Qualche mese fa si parlò molto di alcune alunne bendate durante un’interrogazione in dad a Scafati (Salerno). In quel caso, assicurarono i diretti interessati, non ci fu nessuna costrizione. Anzi. "Si tratta di un esempio per dimostrare ai ragazzi che non hanno bisogno di sbirciare", aveva detto all’Ansa il dirigente scolastico, il quale aveva già avuto modo di parlare con l’insegnante, docente di latino e greco. In una lettera firmata, gli studenti avevano detto la loro sulla vicenda, difendendo la professoressa: "Nessuno è stato costretto, era solo una prova qualsiasi per dimostrare a sé stessi che esistono altri occhi da cui poter guardare". 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La prof che fa bendare l’alunna durante l’interrogazione in dad e la protesta degli studenti

Today è in caricamento