rotate-mobile
Giovedì, 20 Gennaio 2022
Suicidi / Padova

"Non ce la faccio più": ennesimo imprenditore suicida "per crisi"

Alberto Mazzaro, 54 anni, si è impiccato nella ditta che gestiva con il fratello nel padovano. A ritrovarlo domenica sera sono stati i parenti. Il gesto estremo legato alle difficoltà economiche dell'attività di famiglia

PADOVA. Un altro imprenditore si è tolto la vita "per crisi".

Il tragico fatto è avvenuto domenica sera in via Regia a Busa di Vigonza, nella sede dell'attività dei fratelli Mazzaro, da anni specializzata nella realizzazione di componenti per biciclette e che solo recentemente, per via delle difficoltà economiche del settore, ha provato a riconvertire la propria attività nella produzione di componenti in metallo per l'arredo. A togliersi la vita è stato uno dei due titolari, il 54enne Albino Mazzaro, residente a Cadoneghe.

IL BIGLIETTO. Mazzaro si è impiccato all'interno del suo ufficio. A trovarlo, intorno alle 20 di domenica sera, sono stati gli stessi familiari, preoccupati per la sua assenza. Accanto al corpo ormai esanime un biglietto rivolto ai parenti con su scritto: "Non ce la faccio più".

Inutili i soccorsi del 118. Sul posto sono intervenuti anche i carabinieri della stazione di Pionca che indagano sulla vicenda. All'origine del disperato gesto dell'imprenditore ci sarebbero quindi le difficoltà finanziare attraversate nell'ultimo periodo dall'azienda. (da Padova Oggi)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Non ce la faccio più": ennesimo imprenditore suicida "per crisi"

Today è in caricamento