Giovedì, 26 Novembre 2020
Carceri

Detenuto si suicida nel carcere di Firenze: “Sessantunesimo morto del 2014”

A rendere nota la vicenda l'Organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria. L'uomo si è tolto la vita inalando del gas da una bomboletta. E' il suicidio in carcere numero 17 dall'inizio del 2014

Un detenuto nordafricano di 40 anni si è tolto la vita nel carcere di Firenze, inalando del gas da una bomboletta, usata per alimentare un fornellino, all’interno del bagno della sua cella. A rendere nota la vicenda l’Organizzazione sindacale autonoma di polizia penitenziaria (Osapp).

A nulla è servito il tentativo degli agenti di polizia penitenziaria e del medico del carcere che hanno cercato di rianimarlo. "Il suicidio - specifica Leo Beneduci segretario dell'Osapp - si è verificato in una sezione protetta, nella quale doveva anche realizzarsi la cosiddetta 'sorveglianza dinamica', a riprova di un modello detentivo destinato a fallire prima di realizzarsi".

61 MORTI IN SEI MESI - Dall'inizio del 2014 l'uomo è il detenuto numero 61 che perde la vita in cella, secondo il dossier "Morire di carcere", che monitora le morti dei detenuti dal 2000. Inoltre da gennaio 17 sarebbero stati i suicidi negli istituti penitenziari. (da FirenzeToday)

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Detenuto si suicida nel carcere di Firenze: “Sessantunesimo morto del 2014”

Today è in caricamento