rotate-mobile
Martedì, 25 Gennaio 2022
Crisi economica

"Scusatemi, ho fallito": ancora un suicidio 'di crisi'

Un uomo di 60 anni si è tolto la vita nel magazzino dell'azienda. Ai familiari un messaggio: "Perdonatemi, sono un fallito" e il numero di un conto corrente con tutti i risparmi: "Per un nuovo inizio"

MILANO. Un uomo di 60 anni, Luciano M., è stato trovato senza vita nella serata di venerdì nel magazzino della sua ditta, la Multivideo, un'azienda che si occupava di attrezzature e impianti per la televisione e per il cinema. Il tragico fatto in viale Fulvio Testi.

L'uomo è stato ritrovato impiccato con una corda da montagna sulla scala.  

A confermare l'immediata ipotesi del suicidio un due biglietti diretti a sua moglie e ai suoi due figli. Due messaggi, per spiegare le motivazioni del gesto. E una tragica frase a chiudere i messaggi: "Perdonatemi, sono un fallito".

In questi scritti, spiegano dalla questura, si parla delle difficoltà dell'azienda. Problemi economici riscontrati solo in parte dalla polizia, che indaga sulla morte dell'uomo: "E' vero, gli affari si erano contratti, ma teoricamente niente di preoccupante o che potesse giustificare il suicidio".

L'uomo ha lasciato alla famiglia anche indicazioni per un conto corrente sul quale avrebbe depositato tutti i suoi risparmi: "Che possa essere un nuovo inizio".

Luciano M. ricordato come una persona seria, laboriosa, di poche parole. Nessuno aveva notato in precedenza problemi depressivi dell'uomo. E' il secondo uomo che perde la vita impiccato in due giorni a Milano. (da Milano Today)

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Scusatemi, ho fallito": ancora un suicidio 'di crisi'

Today è in caricamento