rotate-mobile
Sabato, 13 Aprile 2024
Perugia

Uccise i suoi due figli: padre si suicida in carcere

Si è tolto la vita in cella Mustapha Hajjaji, marocchino che lo scorso novembre uccise a Umbertide i suoi due figli, Ahmed di 8 anni e Jihane di 12

SPOLETO (PERUGIA) - Si è suicidato in carcere Mustapha Hajjaji, il marocchino di 45 anni arrestato nel novembre dell'anno scorso per avere ucciso a Umbertide i figli, Ahmed, otto anni, e la sorella Jihane, 12. L'uomo era attualmente detenuto nel carcere di Spoleto. Hajjaji si è ucciso impiccandosi in cella utilizzando i lacci delle scarpe legati alle sbarre.

L'uomo era in cella da solo. A scoprire il corpo è stata la polizia penitenziaria. Dagli accertamenti non sono emersi dubbi sul fatto che l'uomo si sia suicidato. Il muratore marocchino aveva ucciso i figli, ferendoli alla gola, in casa della moglie dalla quale si era da poco separato. Aveva quindi tentato di suicidarsi, senza riuscirci, prima dell'intervento dei carabinieri che lo avevano arrestato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Uccise i suoi due figli: padre si suicida in carcere

Today è in caricamento