Domenica, 17 Ottobre 2021
Cronaca Pisa

“Quasi quasi ti violento”: minaccia la sindaca su Facebook e poi si scusa

Susanna Ceccardi, primo cittadino di Cascina, in provincia di Pisa, ha raccontato la vicenda con un post sul suo profilo Facebook: “Voglio delle scuse scritte rivolte a me e a tutte le donne”

“Io quasi quasi provo a violentarla, tanto ho gli occhiali”: con questa terribile frase un utente Facebook aveva minacciato pubblicamente Susanna Ceccardi, sindaco leghista di Cascina, in provincia di Pisa. Parole forti e minacciose che non erano passare inosservate, tanto da spingere il primo cittadino di Cascina a pensare di muoversi per vie legali. Almeno fino a ieri, quando l'autore del post si è presentato in municipio dalla Ceccardi per chiedere scusa. 

Il commento doveva essere una risposta 'ironica' all'iniziativa del Comune di Cascina, promotore di corsi di autodifesa per le donne, in cui sono stati distribuiti degli spray al peperoncino. 

A raccontare dell'incontro è stata la diretta interessata, con un lungo post sulla sua pagina Facebook: “Mi sono dimostrata disponibile a non presentare querela se lui stesso mi presenterà una lettera di scuse rivolte a me e a tutte le donne”.

Susanna Ceccardi ha sicuramente apprezzato le scuse e si è detta disposta a perdonare l'uomo che l'aveva insultata: “L'uomo mi ha chiesto scusa in lacrime, dicendosi realmente pentito La mia volontà non è quella di accanirmi contro la persona, per cui mi sono dimostrata disponibile a non presentare querela se lui stesso mi presenterà una lettera di scuse rivolte a me e a tutte le donne”.

"Inoltre - prosegue - gli ho espressamente detto che dopo parole così violente non sarebbe male se prestasse un po' del suo tempo per fare del volontariato per fare ammenda. Dedicarsi agli altri a volte fa capire molte più cose che passare il tempo su Facebook a scrivere minacce o offese". La speranza del sindaco di Cascina, e anche la nostra, è che episodi del genere servano da lezione per il futuro. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Quasi quasi ti violento”: minaccia la sindaca su Facebook e poi si scusa

Today è in caricamento