rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Carceri

Svuotacarceri, l'associazione Antigone: "Troppa demagogia, decreto indispensabile ma non sufficiente"

Polemiche sullo svuotacarceri. Dopo che Grillo l'ha definita una legge che libererà "assassini e stupratori" replicano le associazioni, che invece vogliono di più

Arriva il decreto svuotacarceri e scoppia la polemica. Nonostante il Governo abbia posto la fiducia e il voto per convertire il provvedimento in legge è previsto per le 20, ancora diversi pareri contrastanti.

Uniti Movimento 5 Stelle e Lega Nord che hanno dichiarato che voteranno contro, perché, come si legge sul sito di Beppe Grillo, il provvedimento potrebbe liberare "assassini, mafiosi e stupratori". Anche Sel contraria al provvedimento, visto che "si è svuotato" e "ci allontana dall'Europa" come ha sottolineato il deputato Daniele Farina.

Intanto sulla legge arriva anche il parere delle associazioni che si occupano di detenzione e che lavorano all'interno delle strutture detentive. Si esprime anche Antigone, attiva da anni nella tutela dei diritti delle persone detenute: “Il decreto legge del Governo sulle carceri è un provvedimento timido che va nella direzione giusta" ha dichiarato il suo presidente Patrizio Gonnella.

Una direzione che però è 'obbligata' visto che sulla condizione delle strutture detentive del nostro Paese è intervenuta anche la Corte Europea dei Diritti Umani: "Va ricordato a chi si oppone in Parlamento al provvedimento che è stata l’Europa a imporci di mettere mano a un sistema penitenziario che produce in modo industriale trattamenti inumani o degradanti - continua Gonnella che ricorda il dramma del sovraffollamento - Vi sono circa 25 mila persone in più rispetto ai posti letto regolamentari".

Anche se la direzione è giusta e obbligata questa legge non è sufficiente, servirebbe invece "un radicale cambiamento delle leggi sulle droghe, sull’immigrazione e sulla recidiva" o ancora "l’introduzione del delitto di tortura". Insomma quello che servirebbe secondo Gonnella sarebbero "provvedimenti più efficaci".

Infine arriva l'attacco al Movimento 5 Stelle e Lega Nord: "E’ demagogico oggi fare opposizione evocando indulti mascherati che non sono all’orizzonte. Il decreto legge del Governo è il minimo indispensabile. Chi vi si oppone lo fa perché spera di racimolare qualche punto di consenso nell’elettorato più forcaiolo.”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Svuotacarceri, l'associazione Antigone: "Troppa demagogia, decreto indispensabile ma non sufficiente"

Today è in caricamento