rotate-mobile
Giovedì, 13 Giugno 2024
La sentenza / Torino

"È omicidio volontario": condannato il tabaccaio che sparò e uccise un ladro durante la rapina

I fatti risalgono al 2019: uno dei colpi era risultato fatale per un 24enne di origini moldave. All'epoca Matteo Salvini aveva espresso solidarietà nei confronti del commerciante

Cinque anni di carcere per omicidio volontario: questa la sentenza pronunciata dal tribunale di Ivrea nei confronti di Marcellino Franco Iachi Bonvin, il tabaccaio che sparò contro i ladri che stavano assaltando il suo negozio uccidendo il 24enne di origini moldave Ion Stavila.

La procura aveva chiesto 12 anni di reclusione, ma i giudici di Ivrea hanno riconosciuto le attenuanti. L'accusa iniziale nei confronti di Bonvin era di omicidio colposo per eccesso di legittima difesa.

Franco Iachi Bonvin, il tabaccaio che uccise un ladro sorpreso a rubare nel suo negozio è stato rinviato a giudizio

L'accaduto

I fatti risalgono al 7 giugno 2019: il proprietario 71enne dell'attività aveva raccontato che aveva già subito ripetuti furti negli ultimi anni. Nel bar tabacchi "Winner Point", al confine tra Pavone e Ivrea, era presente una telecamera che però non aveva ripreso l'accaduto in quanto non attiva in quel momento. Dalle indagini è poi emerso che, dopo una breve colluttazione, l'uomo aveva sparato con una pistola detenuta legalmente 7 colpi, uno dei quali fatale per il giovane Ion Stavila. L'allora ministro degli Interni Matteo Salvini aveva espresso solidarietà al commerciante: "Si è difeso durante l'ennesimo furto e (purtroppo) ha ucciso uno dei tre ladri, con un'arma legalmente detenuta. Nel pieno rispetto delle indagini della Procura, a lui va la mia solidarietà umana e politica: #iostocoltabaccaio", aveva scritto in un post su "X" Salvini.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"È omicidio volontario": condannato il tabaccaio che sparò e uccise un ladro durante la rapina

Today è in caricamento