Sabato, 27 Febbraio 2021
Napoli

La tangente per Covid: arrestato dopo aver intascato 10mila euro

La 'mazzetta' consegnata da un imprenditore vincitore di un appalto per l'adeguamento delle aule scolastiche alle normative anti contagio in vista della riapertura alle lezioni in presenza il prossimo gennaio

Sorpreso in auto con una tangente da 10mila euro in tasca: a Torre Annunziata è stato arrestato l'ingegnere capo dell'ufficio Tecnico comunale. La Guardia di Finanza ha accertato che il funzionario avrebbe ricevuto la 'mazzetta' di 10 mila euro nell'ambito di un appalto per l'adeguamento delle scuole alle normative anti-Covid. Come spiegano i baschi verdi l'arresto è avvenuto nel tardo pomeriggio di ieri e sarebbe collegato ad un'inchiesta più ampia su un giro di corruzione. Il funzionario è stato trasferito nel carcere di Poggioreale, in attesa della convalida dell'arresto. 

La tangente per l'adeguamento anti Covid

Secondo quanto apprende l'agenzia di stampa Ansa, N.A. di 63 anni, avrebbe ricevuto la tangente da un imprenditore nel giorno in cui lo stesso era risultato vincitore di un appalto di "somma urgenza" da 200mila euro, per l'adeguamento delle scuole in vista della prossima apertura di gennaio. L'impresa si sarebbe dovuta occupare anche delle schermature anti-Covid nelle scuole.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La tangente per Covid: arrestato dopo aver intascato 10mila euro

Today è in caricamento