Mercoledì, 2 Dicembre 2020
Sanità / Milano

Tangenti nella sanità lombarda, sei arresti: coinvolti anche medici e primari

Blitz della Guardia di Finanza a Milano: ai domiciliari quattro primari, in carcere un imprenditore del settore delle forniture mediche

Immagine d'archivio

Quattro primari di ospedali milanesi (due del Galeazzi e altri due del Pini) e un direttore sanitario agli arresti domiciliari, un altro imprenditore del settore delle forniture mediche finito in carcere. E’ il bilancio del blitz condotto dal Nucleo Tributario della Guardia di Finanza di Milano nel nuovo filone di indagine sulle presunte tangenti nella sanità lombarda.

Presunte tangenti nella sanità, medici sotto accusa a Milano

Il fascicolo, aperto dai procuratori aggiunti Eugenio Fusco e Maria Letizia Mannella, nasce dalla più ampia inchiesta che nel marzo scorso aveva portato all’arresto di Norberto Confaloneri, primario di ortopedia del Pini. Anche in questo caso, l’indagine ruota attorno al presunto giro di tangenti che sarebbero state incassate dagli primari e dirigenti per favorire alcune società nella fornitura di protesi ortopediche ai due ospedali milanesi.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tangenti nella sanità lombarda, sei arresti: coinvolti anche medici e primari

Today è in caricamento