Giovedì, 29 Luglio 2021
Cronaca Napoli

Terremoto Ischia, la Procura valuta un'inchiesta per disastro colposo

I magistrati napoletani stanno valutando l'apertura di un'inchiesta contro ignoti per disastro colposo e omicidio colposo plurimo. Il sindaco di Ischia: "Non siamo una comunità di abusivi"

La Procura di Napoli sta valutando l'ipotesi di aprire un fascicolo di inchiesta contro ignoti per disastro colposo e omicidio colposo plurimo in seguito al terremoto avvenuto a Ischia. "Sono nel quadro ordinario delle valutazioni possibili in questo momento", ha dichiarato Giovanni Melillo, capo della Procura napoletana, ai microfono di "6 su Radio1". Un quadro, quello definito da Melillo, "complesso e bisognoso di approfondimenti". 

Terremoto a Ischia: tutte le notizie e gli approfondimenti

Il procuratore è intervenuto anche sul possibile legame tra il fenomeno dell'abusivismo edilizio e i crolli di alcuni edifici sull'isola. "Non sfuggono i costi sociali, che anche in queste occasioni si rivelano, di fenomeni gravi come quello dell'edilizia illegale e dell'abusivismo edilizio  - ha dichiarato - All'abusivismo edilizio corrisponde una delle priorità del lavoro della procura della Repubblica di Napoli; un fenomeno che in Campania ha dimensioni straordinariamente gravi e come tale va affrontato".

"I danni, da più parti, sono ritenuti troppo gravi rispetto all’effettiva intensità del sisma", ha dichiarato il presidente del Codacons Carlo Rienzi, che in una nota ha invitato: "i cittadini ischitani, visti i rischi corsi e i danni subiti, a costituirsi parte civile nell'eventuale procedimento avviato dalla Procura".

In una conferenza stampa il capo della Protezione civile, Angelo Borrelli, ha spiegato che anche se non è ancora possibile accertare se gli edifici crollati fossero abusivi o meno, “molte costruzioni che ho visto nella parte alta dell’isola sono state realizzate con materiale scadente o senza rispettare le norme antisismiche. Per quanto riguarda le case crollate non sappiamo ancora se fossero abusive, bisognerà effettuare delle verifiche”, ha aggiunto.

Perché un terremoto di magnitudo 4.0 ha provocato crolli e vittime a Ischia

Il sindaco di Ischia, che ieri in una nota congiunta con gli altri primi cittadini dell'isola aveva respinto l'ipotesi di legami tra crolli e abusivismo, ha ribadito: "La nostra non è una collettività di abusivi. Ora basta". Enzo Ferrandino ha poi rivolto un appello alla stampa: "Dite come realmente stanno le cose. L'isola di Ischia non è un'isola terremotata. Una diversa rappresentazione della vicenda sta arrecando più danni del terremoto". 

La notizia su NapoliToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Terremoto Ischia, la Procura valuta un'inchiesta per disastro colposo

Today è in caricamento