Sabato, 31 Luglio 2021
Terremoto

Il terremoto a Ischia e il "giallo" della magnitudo: parla il sismologo dell'Ingv

Antonio Piersanti ha provato a far chiarezza sul caso della magnitudo sottostimata, cercando anche di spiegare perché, nonostante la modesta potenza della scossa, i danni siano stati così ingenti

Il terremoto a Ischia

Com’è possibile che una scossa di magnitudo 4.0 abbia provocato danni così ingenti? E come mai, inizialmente, l'Ingv aveva sottostimato la potenza del sisma, attribuendo alla scossa che ha colpito Ischia una magnitudo di 3.6 invece che 4.0 come poi accertato? Sono le domande che in queste ore si stanno facendo tanti italiani e a cui ha cercato di dare una risposta Antonio Piersanti, sismologo dell'Ingv, che fa chiarezza sul presunto "giallo". 

"La nostra procedura standard  - ha spiegato - prevede un calcolo immediato della magnitudo locale (Ml), che funziona nella grande maggioranza dei casi con una buona approssimazione, ma è una stima calcolata per la sismicità appenninica. In questo caso invece, trattandosi di area vulcanica, si è opportunamente scelto di ricalibrare la stima utilizzando la magnitudo durata (Md), attraverso gli strumenti dell'Osservatorio vesuviano, e da 3.6 di Ml si è passati a 4.0 di Md".

Nessun mistero dunque, almeno secondo l’Ingv. Quanto ai danni, oggettivamente piuttosto ingenti considerata la potenza del sisma, Piersanti ha spiegato che "nell'area sappiamo storicamente che basta una magnitudo medio-bassa per fare danni: il terremoto del 1883 fece 2.300 morti e si stima avesse una magnitudo di 4.3. Questo perché si tratta di un'area di vulnerabilità altissima, cui si sommano le caratteristiche geologiche, che rispetto alle rotture di faglia, che potrebbero presentare peculiarità specifiche dell'area, dovranno essere studiate in futuro proprio a partire da questo episodio".

Ciò ovviamente non significa che alla devastazione non abbiano contribuito le negligenze degli uomini, come ha ricordato questa mattina  Francesco Peduto, presidente del Consiglio Nazionale dei Geologi.

"Lascia perplessi come un terremoto di tale magnitudo possa provocare danni e vittime nel nostro Paese", ha detto Perduto. "E' possibile che la magnitudo possa essere stata leggermente sottostimata ma, ripeto, è francamente allucinante che si continui a morire per terremoti di questa entità".
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il terremoto a Ischia e il "giallo" della magnitudo: parla il sismologo dell'Ingv

Today è in caricamento