rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Il giovane colpito da un proiettile / Frosinone

Thomas Bricca è clinicamente morto, l'ospedale: "Assenza di attività cerebrale"

Non ci sono più speranze per il 18enne ferito nel tardo pomeriggio di lunedì ad Alatri. A renderlo noto è il San Camillo di Roma dove il giovane si trova ricoverato

Thomas Bricca è clinicamente morto. Non ci sono più speranze per il 18enne ferito nel tardo pomeriggio di lunedì ad Alatri, in provincia di Frosinone, da un proiettile esploso da due uomini in sella a un motorino. La notizia arriva dall'ospedale San Camillo di Roma dove il ragazzo, si legge in una nota, è "ricoverato dalla giornata di ieri in gravissime condizioni per una lesione cerebrale imponente da colpo d'arma da fuoco, in condizioni stabili con presenza di minima attività elettroencefalografica residua".

Nella mattina di oggi, prosegue il comunicato, "ripetendo il controllo elettroencefalografico, ha presentato le caratteristiche del coma irreversibile con elettroencefalogramma piatto per assenza di attività elettrica cerebrale. Trattandosi di paziente clinicamente morto, si è riunita una commissione medica aziendale per la certificazione della morte, come prescritto da legge".

La ricostruzione dei fatti

La tragedia è avvenuta lunedì, poco dopo le venti. Il giovane è stato colpito alla testa da un colpo di pistola sparato ad altezza uomo. Un colpo esploso dalla sella di uno scooter posizionato nel parcheggio sottostante, più basso di circa 5 metri rispetto al piano dove era posizionato Thomas Bricca. Ad agire sarebbero stati due giovani a volto coperto arrivati a bordo di uno scooter, uno dei quali ha fatto fuoco verso un gruppo di ragazzi seduti su una scalinata colpendo proprio il 18enne. I due si sono dati alla fuga. Nessuno dei testimoni è riuscito a riconoscerli visto che indossavano dei caschi integrali. Nei giorni scorsi c'erano stati diversi scontri tra bande di ragazzi e si ipotizza che l'agguato mortale sia l'epilogo di questi episodi di violenza.

Alatri, sparano in testa a Thomas Bricca. Il luogo dell'agguato (Foto da FrosinoneToday)

I carabinieri stanno setacciando le immagini delle telecamere della zona per individuare la via usata dagli aggressori per far perdere le proprie tracce.  Gli investigatori non escludono, al momento, che la vittima possa essere stata colpita per errore, magari per uno scambio di persona e che l’azione punitiva faccia parte di una 'guerra tra bande'.

"Thomas è stato colpito per sbaglio, colpa del giacchetto che indossava, reale bersaglio dei due ragazzi che hanno fuoco". A dirlo è stata un'amica del 18enne che ha perso la vita. "Thomas è un ragazzo tranquillo, sempre sereno, mai un problema. Ma quanto accaduto ieri (lunedì, ndr) è il risultato delle risse dei giorni scorsi". 

L'ipotesi del procuratore: "Una guerra tra bande contrapposte"

"Sul piano delle ipotesi possiamo presumere che si è trattato di uno scontro tra bande contrapposte". A parlare è il procuratore di Frosinone, Antonio Guerriero, a margine del sopralluogo ad Alatri, dove è avvenuto l'agguato in cui è rimasto coinvolto il 18enne Thomas Bricca. "Evidentemente si trovava con persone che erano identificate dagli sparatori come appartenenti del gruppo contrapposto - ha proseguito -, poi che ne facesse parte o no lo stiamo accertando". L'alto magistrato ha disposto una serie di indagini rapide e con l'ausilio di tecniche innovative e non si escluso che possano arrivare anche i carabinieri del Ris.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Thomas Bricca è clinicamente morto, l'ospedale: "Assenza di attività cerebrale"

Today è in caricamento