rotate-mobile
Giovedì, 20 Giugno 2024
Il caso / Brescia

Tiziano Ronchi fermato in Nepal con l'accusa di furto di reperti archeologici

L'insegnante bresciano di 27 anni si troverebbe attualmente in stato di fermo

Avrebbe tentato di rubare una statuetta in legno all'interno del tempio di Taleju a Bhaktapur, Nepal, e per questo segnalato alla polizia del luogo ai sensi dell'Ancient Monuments Preservation Act, legge in vigore dal 2013 che tutela appunto le opere d'arte e archeologiche del piccolo Stato asiatico: sarebbe questo il capo d'accusa mosso nei confronti di Tiziano Ronchi, insegnante bresciano di 27 anni attualmente in stato di fermo in Nepal.

Il giovane artista si sarebbe difeso dicendo di non aver fatto altro che raccogliere dei frammenti di legno trovati a terra, per poi riposizionarli su una bacheca o simile: diversa la versione raccontata da un testimone e pure da Aruna Nakarmi, a capo del dipartimento per la cura e la protezione dei monumenti, come riportato dai quotidiani locali.

Chi è Tiziano Ronchi

Dell'accaduto è già stata informata la Farnesina: nelle prossime ore sono attesi i primi aggiornamenti. Sono già stati avvisati anche i familiari di Tiziano Ronchi, che come detto vive a Brescia. Classe 1995, Ronchi è docente all'Accademia di Belle Arti SantaGiulia di Brescia: è laureato in Arti visive contemporanee alla stessa SantaGiulia e in Progettazione dell'architettura al Politecnico di Milano: dal 2021 fa parte del Borgo degli Artisti di Bienno. Diverse le sue opere ormai conosciute a livello nazionale: la sua ultima mostra bresciana solo pochi mesi fa a Iseo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tiziano Ronchi fermato in Nepal con l'accusa di furto di reperti archeologici

Today è in caricamento