Giovedì, 5 Agosto 2021
Cronaca Torino

Entra nel bar con la sigaretta accesa e scoppia la lite: massacrato di botte e ucciso

E' successo a Torino. I carabinieri hanno arrestato un uomo, Vito Salvatore Di Dia. Il presunto assassino avrebbe colpito la vittima alla testa e poi si sarebbe allontanato dal bar

Foto Askanews

Un uomo è stato ucciso in un bar di Torino, al termine di una lite scoppiata per una sigaretta. Vito Salvatore Di Dia, 62 anni, è stato arrestato dai carabinieri con l'accusa di aver ucciso Raffaele Carretta, 69 anni.

L'uomo avrebbe colpito ripetutamente la vittima alla testa, che ha poi perso conoscenza ed è morta subito dopo. Carretta sarebbe entrato nel pomeriggio di ieri nella "Cremeria del fortino", in via del Fortino 30, con una sigaretta accesa, Di Dia lo avrebbe apostrofato e da lì sarebbe nata la lite poi sfociata in omicidio.

Dopo aver colpito l'anziano, Di Dia si è allontanato dal bar facendo perdere le proprie tracce, ma è stato rintracciato nel giro di poche ore. Nel frattempo, il medico legale intervenuto sul posto ha riscontrato segni di percosse sul corpo di Carretta e ne ha disposto il trasporto della salma – al fine di un successivo riscontro – presso l’istituto medico legale. 

La notizia su TorinoToday

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Entra nel bar con la sigaretta accesa e scoppia la lite: massacrato di botte e ucciso

Today è in caricamento