Sabato, 15 Maggio 2021

"C'è un virus nel suo pc, contatti il centro assistenza": occhio alla nuova truffa online

Una finestra che si apre all'improvviso e consiglia di contattare un numero per togliere un pericoloso virus dal proprio computer: inizia così la nuova trappola informatica che sta circolando negli ultimi giorni. La denuncia e i consigli della Polizia Postale

Gli agenti della Polizia postale a lavoro (FOTO ANSA)

Le truffe online sono ormai all'ordine del giorno: dal phishing ai virus informatici, sono sempre di più gli utenti che cadono in queste trappole del web, finendo per fornire a degli sconosciuti criminali i propri dati personali e, in alcune occasioni, anche somme di denaro. Negli ultimi giorni ha iniziato a circolare un nuovo 'tranello' chiamato 'truffa dei falsi centri assistenza', un caso prontamente segnalato sulla pagina Facebook di Agente Lisa. 

Come funziona la truffa del falso centro assistenza

Ovviamente la minaccia arriva durante la navigazione online di un utente. Nel caso segnalato dalla Polizia la persona finita nel mirino dei truffatori stava effettuando un bonifico online, ma l'attivarsi della trappola potrebbe avvenire anche durante altre operazioni. La truffa si presenta con l'apertura di una finestra pop-up  che segnala la presenza di un malware nel sistema operativo. La schermata è realizzata in maniera molto professionale, con il logo di Microsoft e il classico colore blu, tutte caratteristiche potrebbero indurre gli utenti meno esperti a cadere nell'inganno.

Schermata 2019-02-26 alle 15.49.25-2

Nel messaggio riportato nella schermata un fantomatico centro assistenza propone una pulizia del dispositivo, ma diversamente rispetto ad altre tipologie di truffe informatiche, in questo caso non vengono richiesti dei dati personali, ma viene soltanto fornito un numero telefonico da contattare per risolvere il problema. E' qui che la truffa entra nel vivo: telefonando al numero indicato si entra in contatto con un rassicurante ingegnere informatico, che aiuta l'utente ad installare un falso software antivirus che invece serviraà soltanto per rubare tutte le informazioni contenute nel computer. 

Ecco il caso pubblicato sul profilo Facebook di Agente Lisa:

Come precisato dal sito del Commissariato di Polizia Postale, nulla di quanto scritto in questi avvisi automatici è da considerarsi vero: "Il messaggio, specificatamente, consiglia all’utente di contattare telefonicamente un “centro assistenza”, attraverso il quale si può accedere ad un servizio a pagamento finalizzato alla “pulizia” e manutenzione del PC. Una volta contattato il “centro assistenza” , fantomatici ingegneri informatici, attraverso delle indicazioni ben precise, “aiutano” l’ignaro malcapitato ad installare un software malevolo che consente, da remoto, di poter accedere a tutte le informazioni presenti sul computer stesso".

Truffa del falso centro assistenza: i consigli per gli utenti

Ma come possiamo difenderci da queste truffe online? La Polizia Postale, in una nota pubblicata sul proprio sito, ha elencato alcuni suggerimenti per gli utenti, così che possano proteggersi da queste minacce informatiche. Ecco quali sono: 

  • Diffidate del numero telefonico riportato nel messaggio, anche se si presenta come un numero di telefonia urbana allocato in Italia;
  • Non installate alcun software “consigliato” dal centro assistenza;
  • Installate un antivirus aggiornato ed effettuate una scansione del dispositivo;
  • Cancellate la cronologia di navigazione;
  • Non fornite numeri di carte di credito, indirizzi email e altri dati personali;
  • Non pagate alcuna somma di denaro.
Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"C'è un virus nel suo pc, contatti il centro assistenza": occhio alla nuova truffa online

Today è in caricamento