rotate-mobile
Venerdì, 21 Gennaio 2022
Terrorismo / Nigeria

Dalla Nigeria: "Abbiamo ucciso ostaggio italiano"

Silvano Trevisan, 69 anni, ingegnere originario di San Stino di Livenza, in provincia di Venezia, era stato rapito da un gruppo islamico in Nigeria

La Farnesina sta verificando la notizia dell'uccisione in Nigeria dell'ostaggio italiano Silvano Trevisan, rapito lo scorso 17 febbraio insieme ad altri 6 persone dal gruppo integralista Ansaru. Attraverso l'Unità di crisi, il ministero degli Esteri sta effettuando tutte le verifiche necessarie.

Silvano Trevisan, 69 anni, ingegnere originario di San Stino di Livenza, in provincia di Venezia, era stato rapito da un gruppo islamico in Nigeria. Ansaru, questo il nome del gruppo, ha scritto in un comunicato sul proprio sito di aver ucciso i sette ostaggi di religione cristiana rapiti nel nord della Nigeria. Oltre a Trevisan,tra i sequestrati ci sono tre libanesi, un britannico e un filippino tutti dipendenti della Setraco, impresa di costruzioni libanese

La terribile notizia, ancora da confermare, è una doccia fredda dopo che quattro giorni fa però si era aperta una possibilità per la liberazione dell'ingegnere. Fonti dei serviiz segreti affermavano che "le forze nigeriane stanno facendo il possibile per arrivare alla liberazione di Silvano Trevisan".

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dalla Nigeria: "Abbiamo ucciso ostaggio italiano"

Today è in caricamento