rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Il caso / Napoli

Ugo Fuoco: chi è il leader no vax denunciato per gli insulti a Sassoli (e ora ricoverato)

Il 45enne napoletano, amministratore di un canale Telegram con più di 30mila iscritti, si trova all'ospedale del Mare di Napoli a causa del covid

Ugo Fuoco, 45enne napoletano, no vax e amministratore di un canale Telegram con più di 30mila iscritti nel quale, secondo gli inquirenti, sono stati pubblicati messaggi che incitano a violare le norme anti covid, sarebbe l'autore di uno dei messaggi lesivi della memoria dell'ex presidente del Parlamento europeo, David Sassoli, comparsi in rete.

Ugo Fuoco, che non è il vero nome del 45enne ma il nickname con cui era conosciuto in rete, è risultato positivo al covid e si trova ricoverato all'ospedale del Mare di Napoli. Prima di chiedere assistenza ai medici per il covid, l'uomo sarebbe rimasto undici giorni a casa convinto di poter sconfiggere da solo la malattia. Dopo l'aggravamento delle sue condizioni i genitori, contrari alle sue teorie, lo avrebbero convinto a chiedere l'aiuto ai sanitari. Ugo Fuoco ha postato sui social la sua foto nel letto di ospedale con la maschera per l'ossigeno.

Ugo Fuoco è stato identificato e denunciato dalla polizia postale per aver diffuso messaggi d'odio sui social dopo la scomparsa di Sassoli. La pubblicazione è stata sempre seguita dall'hashtag #nessunacorrelazione, che sarebbe ispirato a teorie no vax secondo le quali il parlamentare europeo sarebbe morto a causa del vaccino.

Tra i vari messaggi divenuti virali e particolarmente violenti c'era quello pubblicato proprio dall'account di "Ugo Fuoco" dopo la morte dell'ex presidente del Parlamento europeo: "Ogni tanto una buonissima notizia. Se ne va mr. 'Il green pass non è discriminatorio' Sassoli. Adesso venitevi a prendere gli altri, grazie".

No vax denunciato post Sassoli ANSA-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ugo Fuoco: chi è il leader no vax denunciato per gli insulti a Sassoli (e ora ricoverato)

Today è in caricamento