rotate-mobile
Mercoledì, 26 Gennaio 2022
Dimissioni Papa / Roma

L'ultimo Angelus del Papa: "Non vi abbandonerò"

Benedetto XVI ha parlato per l'ultima volta ai pellegrini raccolti a Piazza San Pietro. Giovedì 28 le dimissioni dal soglio pontificio: "Dio mi chiama a salire sul monte"

ROMA - Piazza San Pietro gremita per l'addio al Pontefice Benedetto XVI.

Il Papa, nel suo ultimo Angelus, ha voluto sottolineare più volte come la sua abdicazione non voglia e non debba essere intesa come un rifiuto del servizio a Dio e alla Chiesa. "In questo momento della mia vita, il Signore mi chiama a 'salire sul monte', a dedicarmi ancora di più alla preghiera e alla meditazione", ha detto commosso.

"Ma questo - ha chiarito il Pontefice - non significa abbandonare la Chiesa, anzi, se Dio mi chiede proprio questo è perché possa continuare a servirla ma in un modo più adatto alle mie forze".

Un lungo applauso ha salutato il Papa quando si è affacciato alla finestra, intorno alle ore 12. Pochi secondi prima la folla scandiva il suo nome, accompagnato da applausi, come si usa negli stadi. I fedeli hanno scelto di assieparsi sotto i due maxi schermi collocati ai due lati del Colonnato. Più volte Benedetto XVi è stato interrotto dagli applausi della folla e dallo sventolio di bandiere.

IL SALUTO A NAPOLITANO: "PREGO PER L'ITALIA"

"Nella Quaresima - ha detto Benedetto XVI affacciato alla finestra del suo studio - impariamo a dare il giusto tempo alla preghiera, personale e comunitaria, che dà respiro alla nostra vita spirituale. Inoltre - ha proseguito il Papa a commento del racconto evangelico odierno sulla trasfigurazione - la preghiera non è un isolarsi dal mondo e dalle sue contraddizioni, come sul Tabor avrebbe voluto fare Pietro, ma l'orazione riconduce al cammino, all'azione.

"L'esistenza cristiana - ho scritto nel Messaggio per questa Quaresima - consiste in un continuo salire il monte dell'incontro con Dio, per poi ridiscendere portando l'amore e la forza che ne derivano, in modo da servire i nostri fratelli e sorelle con lo stesso amore di Dio. Cari fratelli e sorelle - ha aggiunto Benedetto XVI - questa Parola di Dio la sento in modo particolare rivolta a me, in questo momento della mia vita", ha detto il Papa. "Grazie, in preghiera siamo sempre vicini", ha detto salutando la folla per l'ultima volta.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ultimo Angelus del Papa: "Non vi abbandonerò"

Today è in caricamento