Lunedì, 21 Giugno 2021
USA

Usa, la rivolta in un carcere dell'Oklahoma: tre morti e cinque feriti

Finisce nel sangue la rivolta di detenuti in un carcere a gestione privata nei pressi di Tulsa, nello stato americano dell’Oklahoma: il bilancio parla di tre detenuti morti e di altri cinque feriti

Tre detenuti sono morti e altri cinque sono rimasti feriti dopo che le guardie sono intervenute per sedare una rivolta in una prigione privata dell’Oklahoma, negli Usa. La protesta è andata avanti per circa un'ora nel penitenziario di Cimarron gestito dalla Correctional Corporation of America, una delle maggiori società private di questo tipo nel Paese. 

L'istituto si trova a nord-ovest di Tulsa e ospita 1.650 detenuti uomini, 180 dei quali in regime di massima sicurezza. La rivolta è scoppiata all’interno di una sola unità dove si trovano detenuti in regime di media sicurezza. Ancora poco chiari invece i motivi della protesta così violenta. Dopo l'intervento delle guardie, la prigione è stata posta sotto sequestro e i detenuti rinchiusi nelle rispettive celle, mentre i feriti sono stati trasportati in ambulanza nei vicini ospedali. 

Non è la prima volta che in questo carcere avvengono episodi di questo tipo: già nei mesi scorsi durante una protesta simili erano rimasti feriti bem 12 detenuti. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Usa, la rivolta in un carcere dell'Oklahoma: tre morti e cinque feriti

Today è in caricamento