Martedì, 19 Ottobre 2021
Europa e proteste

Napoli, in piazza contro il vertice Bce: "Basta austerità"

Oggi nel capoluogo campano il vertice della Bce. Fuori dai palazzi la protesta di piazza: migliaia di studenti, precari e disoccupati sfilano al grido di "Block Bce"

NAPOLI - In migliaia sono scesi in piazza oggi a Napoli per partecipare al corteo contro il vertice della Banca centrale europea nel capoluogo campano. La città è blindata dalle forze dell'ordine e ci sono stati scontri e tensioni tra manifestanti anti-austerity e polizia (guarda il video).

Secondo gli organizzatori, sono tra i tremila e i cinquemila i partecipanti al corteo anti Bce che questa mattina sfila per le strade del centro di Napoli per manifestare contro le politiche economiche della Bce. Il percorso del corteo sarà obbligato: si parte dalla stazione Colli Aminei della Linea 1 della metropolitana fino all’ingresso del Parco di Capodimonte. La strada poi sarà bloccata dalle forze dell’ordine che hanno creato un’area rossa all’interno della quale non sarà possibile entrare. “Sarà una manifestazione pacifica per rivendicare i propri diritti e la città non deve avere paura, non deve cadere nel tranello di chi vuole strumentalizzare la nostra protesta”, assicurano gli organizzatori del corteo. Anche la Digos ha spiegato che “la situazione è sotto controllo, e non ci sono scenari preoccupanti”. “Saranno poche migliaia e principalmente manifestanti locali. In pochi arriveranno da fuori. E non è interesse di nessuno vandalizzare un negozio o mettere in pericolo gli studenti”, hanno assicurato le forze di polizia.

LA CRONACA E LE FOTO DELLA GIORNATA

SCONTRI E TENSIONI - Faccia a faccia e scontri tra le forze dell'ordine in assetto anti-sommossa e un gruppo di manifestanti che a volto coperto e alcuni con i caschi si sono posizionati a pochi metri dal blocco e formando una forte di catena umana. E' scattato l'idrante della polizia. I manifestanti hanno risposto lanciando alcuni oggetti. Altri hanno cercato di mediare dopo l'intervento della polizia, che ha colpito i ragazzi senza che si fossero mossi dal punto di blocco con l'idrante.scontri napoli-2
Foto Twitter @laboratoriokamo 

STUDENTI E PRECARI IN PIAZZA - "Siamo studenti di scuole che cadono a pezzi, universitari pagati in nero, disoccupati, precari", dicono gli organizzatori della manifestazione. Lanciati botti e fumogeni verso il tribunale minorile. C'è spazio anche per la protesta ucraina: un gruppo di donne espone la bandiera rovesciata macchiata di sangue. L'istituto di Francoforte è nel mirino dei manifestanti. A terra uno striscione con la scritta "precarietà, povertà, disoccupazione, speculazione: liberiamoci della Bce". "I black bloc siamo noi, siamo noi che paghiamo la crisi", urla un uomo dal furgone che apre il corteo. Accanto al mezzo, un gruppo di attivisti indossa maschere di Pulcinella. Un altro striscione recita lo slogan di questi giorni: "No Bce, no austerità". "Ci hanno fatto credere che la crisi è uguale per tutti ma non è così. C'è qualcuno che si è arricchito e troppi che si sono impoveriti. Ancora decidono sulle nostre teste. Noi siamo in piazza per dire che non ci stiamo, che il direttivo della Bce è illegittimo perché non è rappresentativo di niente e nessuno. Le istanze di base dicono che un'altra uscita dalla crisi è possibile. E loro se ne devono andare", spiega un attivista. Tantissimi i cartelli esposti. Su alcuni si legge "Più case per tutti ma i banchieri nelle cantine", "Block Bce perché la spesa dei governi la decidiamo noi". "No Bce, no austerità, case e reddito per tutti".

 

IL VERTICE DELLA BCE - Il Consiglio direttivo della Banca centrale europea è sbarcato a Napoli, con una delle due riunioni che ogni anno, a rotazione, si svolgono tra le città dell'Unione valutaria invece che nella sede istituzionale di Francoforte. Ad accogliere i banchieri centrali un ospite d'eccezione, il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. Meno amichevoli i vari movimenti campani, autobattezzatasi "Block Bce", che da giorni si preparano a manifestare contro l'istituzione. Il Consiglio vero e proprio si svolge oggi, mentre gli ultimi dati macroeconomici hanno rimesso pressione sui banchieri centrali. Ma le attese prevalenti non indicano nuove misure nell'immediato. A settembre la Bce ha praticamente azzerato i tassi di interesse di riferimento e effettuato la prima delle nuove aste di rifinanziamento di lungo termine a favore delle banche (Tltro), fondi agevolati stavolta però vincolati al riutilizzo nell'economia reale. Ha poi deciso di accelerare su un programma di acquisti di titoli, limitato a prestiti cartolarizzati (Abs) e obbligazioni garantite su cui proprio domani dovrebbe decidere ulteriori dettagli. L'annuncio delle decisioni sui tassi è previsto alle 13 e 45, e qui non si prevede granché dopo che il mese scorso il presidente Mario Draghi aveva avvertito che ormai i livelli raggiunti (0,05% del tasso sulle principali operazioni di rifinanziamento) rappresentano il minimo a cui ci si può abbassare. Invece, nella conferenza stampa esplicativa che terrà alle 14 e 30, nella inconsueta cornice dell'Aditorium del Museo di Capodimonte, Draghi potrebbe fornire altri elementi sia sul programma di acquisti di Abs e covered bond sia sui Tltro.

IL MONITO DI MARIO DRAGHI - Intanto, ieri, dal presidente della Bce Mario Draghi è arrivato il monito: "Da sola la politica monetaria non può ripristinare la fiducia". Il numero uno dell'Eurotower ha parlato "di fatica erculea" per affrontare le sfide e uscire dalle secche della bassa crescita e della elevata disoccupazione, invitando i governi ad affiancare la Bce facendo "riforme e risanando i bilanci". Per aumentare la crescita potenziale, propedeutica alla sostenibilità del debito, occorre che i paesi dell'Eurozona attuino "riforme strutturali" che creino margini di flessibilità per una politica di bilancio pubblico più favorevole alla crescita", ha concluso Draghi, sottolineando come le riforme suggerite da Bruxelles siamo valide "anche e specialmente per l'Italia".

 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Napoli, in piazza contro il vertice Bce: "Basta austerità"

Today è in caricamento