Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca Milano

Folla fuga dei rapinatori, i poliziotti li prendono a schiaffi e calci: la Procura apre un'inchiesta

La scena è stata ripresa da un residente e pubblicata in un video online. Nelle immagini uno dei poliziotti dà violenti calci alla testa del criminale, con diversi insulti.

"Gli agenti ci sono venuti addosso e ci hanno colpito con calci e pugni, noi non abbiamo reagito". Secondo quanto riporta l'agenzia Ansa è questo quanto raccontato, interrogato dal gip di Milano Giusi Barbara, uno dei due uomini che, lo scorso 16 settembre, sono stati arrestati con metodi violenti per un tentato furto. 

Il caso è emerso alla cronaca giudiziaria poiché, come spiega Milanotoday la scena è stata ripresa da un residente e pubblicata in un video online. Nelle immagini uno dei poliziotti dà violenti calci alla testa del criminale, con diversi insulti. Viene allontanato da un collega che gli dice "basta, basta". Un altro, poi, dà dei ceffoni all'uomo immobilizzato. 

È probabile che il pm Giovanni Tarzia iscriverà il fascicolo di indagine per il reato di lesioni aggravate, anche sulla base della denuncia della madre di uno dei due uomini. Si dovrà analizzare il video per chiarire esattamente le condotte degli agenti e andranno acquisite anche le immagini delle telecamere delle zona per verificare pure ciò che è successo prima dell'arresto.

Arrestati per furto, picchiati dagli agenti

Uno degli arrestati ha parlato davanti al gip, l'altro invece si è avvalso della facoltà di non rispondere. Intanto gli arresti per tentato furto e resistenza a pubblico ufficiale sono stati convalidati. Uno degli agenti si è rotto una tibia nella colluttazione.

Dalla questura viene assicurato che "sono stati avviati contatti con l'Autorità giudiziaria a cui è stato inoltrato il filmato per gli approfondimenti che saranno ritenuti opportuni. Saranno valutati con rigore i profili disciplinari dei singoli comportamenti tenuti dagli operanti". 

Secondo quanto ricostruito tutto sarebbe successo intorno alle 4:15 del mattino quando una volante ha notato fermo al centro della carreggiata un motociclo con a bordo una persona e una seconda persona intenta a forzare la saracinesca di una gioielleria. All'arrivo della volante i due avrebbero tentato la fuga in contromano. Ne è nato un lungo inseguimento attraverso diverse vie del quartiere.

In via Giotto i due responsabili del tentato furto hanno impattato contro un marciapiede in prossimità del quale era ferma una seconda volante.Caduti dal motorino sul quale erano in fuga, i due malviventi avrebbero tentato di sottrarsi all'arresto dimenandosi con calci e pugni. Durante la colluttazione un poliziotto ha riportato "frattura piatto tibiale laterale ginocchio destro e trauma distorsivo tibio-tarsica" con prognosi di 30 giorni e un secondo agente ha riportato "contusione mano destra" con 10 giorni di prognosi. Nel corso della medesima colluttazione entrambi gli arrestati hanno riportato "contusioni multiple" con prognosi di 5 giorni ciascuno.

Le due persone - due cittadini italiani di 44 e 46 anni, entrambi pregiudicati, uno dei quali in regime di affidamento in prova ai servizi sociali - sono state arrestate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Folla fuga dei rapinatori, i poliziotti li prendono a schiaffi e calci: la Procura apre un'inchiesta

Today è in caricamento