rotate-mobile
Giovedì, 30 Maggio 2024
In primo grado / Brescia

Morde, picchia e violenta la fidanzata: 3 anni di carcere per un ragazzo

È stato condannato in primo grado per violenza sessuale

È stato condannato a tre anni di reclusione il giovane bresciano, poco più che trentenne e originario di Flero (Brescia), che avrebbe abusato dalla sua ex fidanzata costringendola ad avere rapporti contro la sua volontà. Il ragazzo era stato anche arrestato, accusato di violenza sessuale, violenza privata e lesioni, ma poi assolto per gli ultimi due capi d'imputazione. I fatti si sarebbero verificati qualche mese fa, quando i due erano ancora una coppia: lei 21 anni e lui circa 30, si sarebbero frequentati per pochi mesi prima della rottura. La ragazza già in una prima occasione avrebbe allertato i carabinieri, ma senza presentare una denuncia. Dopo qualche settimana avrebbe invece deciso di scappare, allontanarsi dal fidanzato e raccontare tutto alle forze dell'ordine.

Ai carabinieri prima, e ai magistrati poi, avrebbe rivelato di essere stata picchiata in più occasioni, presa a schiaffi e morsi, costretta ad essere palpeggiata e a praticare sesso anche se non consenziente, e ancora insulti, minacce. Il pubblico ministero aveva chiesto una condanna di otto anni, contestando anche gli altri capi d'accusa per cui invece poi è stato assolto: la condanna in primo grado è di tre anni. La difesa dell'imputato ne aveva chiesto invece la piena assoluzione: per il 30enne alla sbarra, gli atteggiamenti violenti avrebbero fatto parte di una forma di "sesso estremo", con il consenso della ragazza. Il giovane sarebbe recidivo, già condannato in passato per violenza sessuale.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Morde, picchia e violenta la fidanzata: 3 anni di carcere per un ragazzo

Today è in caricamento