rotate-mobile
Mercoledì, 12 Giugno 2024
La violenza / Milano

Girano video mentre picchiano la capotreno e tentano di entrare in sala macchine

A denunciare quanto accaduto sul treno 2477 di Trenitalia sono stati i sindacati

Salgono sul treno senza biglietto, poi colpiscono al seno la capotreno e poi, dopo aver simulato di scendere dal mezzo, tentano di irrompere nella sala macchine, picchiando la capotreno e una macchinista. Tutto mentre loro, quattro ragazzi, riprendevano le scene con il cellulare. Follia sul treno partito ieri da Milano Centrale e diretto a Rimini. A denunciare il fatto è stata la segreteria regionale del sindacato Slm-Fast/Confsal Emilia-Romagna, che raccontato quanto accaduto sul treno 2477 di Trenitalia.

Secondo quanto ricostruito dai sindacati, i giovani erano saliti con un biglietto dell’autobus. Sono stati sorpresi dal controllore, al quale hanno assicurato di scendere alla successiva stazione, cioè Milano Rogoredo. In effetti sono saliti ma sono subito risaliti eludendo il controllo. Intercettati nuovamente dalla capotreno all’altezza di Lodi, si sono rifiutati di dichiarare le loro generalità. A quel punto, i quattro hanno spintonato con forza la donna, colpendola al seno. Una volta arrivati a Piacenza, sono scesi. Sembrava se ne fossero andati, così la donna ha rinunciato a chiamare le forze dell’ordine ed è andata in sala macchine per medicarsi.

Proprio in quel momento si è ripresentato il gruppo di violenti, tentando di fare irruzione nella cabina, riprendendo col telefonino la capotreno e la macchinista, mentre la prima tentava di respingerli e la seconda portava la velocità del treno a trenta chilometri. Il problema, fanno sapere dai sindacati, è anche che, dall’interno, non è possibile chiudere la sala macchine “per un vulnus progettuale”. Alla fine il branco è fuggito continuando a filmare tutto mentre la capotreno ha riportato una prognosi di otto giorni.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Girano video mentre picchiano la capotreno e tentano di entrare in sala macchine

Today è in caricamento