rotate-mobile
Venerdì, 27 Gennaio 2023
Cronaca Udine

Violenze e insulti ai bimbi dell'asilo: sospese due maestre

Il provvedimento cautelare è della durata di otto mesi. Altre due persone, nell'ambito della stessa inchiesta, sono state denunciate

Il gip del tribunale di Udine ha sospeso da lavoro due maestre di una scuola dell'infanzia. La decisione arriva dopo un’attività d’indagine svolta dal personale della Squadra Mobile, coordinata dalla Procura della Repubblica del capoluogo. L’ipotesi di reato contestata è quella di maltrattamenti fisici e morali nei confronti dei minori.

Le condotte

In base alle risultanze investigative le condotte sarebbero consistite in strattonamentitrascinamenti dei piccoli, atteggiamenti aggressivi, limitazioni dell’espressione spontanea svalutando e squalificando i bambini nei casi in cui non avevano rispettato esattamente le indicazioni impartite, castighi consistenti in segregazioni per lunghi periodi di tempo nell’arco della giornata, vessazioni nel caso in cui si fosse riferito ai genitori di episodi accaduti nel corso dell’orario scolastico.

Bambini definiti come incapaci

Il quadro che emerge è quello di una lesione continua della dignità e dell’autostima dei minori. Accuse di incapacità, elaborati stracciati definendoli “porcherie” o “schifezze”. Un sistema che faceva vivere a tutti i frequentatori dell’asilo una situazione di sofferenza per la costante tensione e il timore di essere puniti. Ci sarebbero state anche grida e urla da parte delle maestre, con il viso a pochi centimetri dal volto dei piccoli. Le violenze fisiche non avevano nessuno scopo se non quello dell’esercizio gratuito della cattiveria.

Due esempi

In due circostanze specifiche una delle insegnanti, spostando in modo brusco i minori, li avrebbe fatti sbattere con contro i banchi. Sarebbero state poste in essere frequenti minacce di punizione rivolte ai singoli alunni o all’intera classe, che per il loro utilizzo frequente rendevano i bambini assuefatti a subire passivamente. 

Processi pubblici

I minori sarebbero stati sottoposti anche a “processi in pubblico”, se ritenuti responsabili di atteggiamenti di disturbo, portandoli in altre sezioni della scuola e facendoli subire veri e propri interrogatori affinché ammettessero le proprie colpe.

Insulti

Nella serie di abusi  evidenziati dagli investigatori non mancherebbero parole offensive alla presenza dei bambini, che in più occasioni avrebbero riguardato - oltre alle vittime  presenti - anche i genitori degli stessi. 

La notizia su UdineToday

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenze e insulti ai bimbi dell'asilo: sospese due maestre

Today è in caricamento