rotate-mobile
Giovedì, 26 Maggio 2022
Elezioni europee 2014

Elezioni europee 2014: ecco i 'celebri non eletti'

Forza Italia lascia fuori vecchie guardie come Scopellitti, Mastella e Iva Zanicchi. Niente da fare neppure per Syusy Blady e Davide Vannoni. Esclusa anche la Meloni

Il giorno dopo la tornata elettorale, elezioni significa vittoria ma anche sconfitta. Sono 'soltanto' 73 i posti in Parlamento europeo e i risultati elettorali hanno prodotto anche degli 'esclusi illustri'.

FORZA ITALIA SENZA I SUOI 'VIP' - Il partito di Berlusconi è forse quello con un numero più alto di celebri non eletti. La prima della lista è la ex cantante Iva Zanicchi: nel maggio 2008 si era insediata al parlamento europeo subentrando a Mario Mantovani e l'anno dopo aveva preso il suo posto a Bruxelles. Recentemente aveva dichiarato di ritirarsi dalla carriera politica ma all'ultimo momento l'abbiamo vista tra le fila dei candidati fedeli al Cavaliere. E non ce l'ha fatta.

Grande escluso forzista l'ex ministro della Giustizia Clemente Mastella e il presentatore Alessandro Cecchi Paone. Altro personaggio noto ed escluso è Gianfranco Micchiché, candidato nella circoscrizione delle Isole.

IL NUOVO CENTRO DESTRA LASCIA A PIEDI SCOPELLITTI - Non andrà a Bruxelles neppure l'ex governatore della Calabria Giuseppe Scopellitti, dimessosi doop la condanna a sei anni per abuso di ufficio e falso.

NIENTE EUROPA PER I 'FRATELLI D'ITALIA' - Non avendo superato la soglia del 4% rimane fuori Fratelli d'Italia e con il partito anche la sua leader, Giorgia Meloni. Ma il personaggio più celebre che non andrà a Bruxelles di questa lista è Fabrizio Bracconieri, ex ragazzo della 3^C e co-conduttore con Rita Dalla Chiesa di Forum.

I 'VIP' ESCLUSI DI TSIPRAS - Niente da fare neppure per la giornalista candidata con L'Altra Europa, Giuliana Sgrena che a pochi giorni dal giorno delle elezioni, aveva ricevuto minacce: "Dovevano lasciarti a marcire 300 metri sottoterra" avevano scritto sulla sua pagina facebook, facendo riferimento al rapimento della corrispondente nel 2005 in Iraq.

Fuori dall'europarlamento anche Luca Casarini, storica voce del movimento no-global, in prima linea durante le manifestazioni al G8 di Genova con il suo gruppo politico dell'epoca, le tute bianche. Non andrà a Bruxelles neppure Lorella Zanardo, giornalista e celebre autrice del documentario "Il corpo delle donne".

Niente da fare neppure per la turista per caso più famosa della tv, Syusy Blady candidata con i Verdi. Lo stesso è successo a Davide Vannoni, leader di Stamina, candidato con Io-Cambio.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elezioni europee 2014: ecco i 'celebri non eletti'

Today è in caricamento