rotate-mobile
Sabato, 22 Giugno 2024
Nuovo allarme / Brescia

Il nuovo focolaio covid in un allevamento: uccisi più di 1.500 visoni

L'ordinanza del ministero della salute. I proprietari verranno risarciti

Ci risiamo. Focolaio covid in un allevamento di visoni a Calvagese della Riviera, comune in provincia di Brescia: ne dovranno essere abbattuti più di 1.500, nella giornata di oggi. È quanto prevede l'ordinanza del 3 maggio scorso del ministero della salute, dal 6 maggio pubblicata in Gazzetta ufficiale, recepita dal dipartimento veterinario di Ats Brescia - l'autorità sanitaria - che dunque ne ha disposto il definitivo abbattimento, informando l'allevatore e tutte le istituzioni interessate, compreso il comune di Calvagese. Il focolaio, si legge nel provvedimento del ministero, è stato individuato il 26 aprile scorso nell'ambito dell'attività periodica di sorveglianza negli allevamenti di visoni, dove già dalla fine dell'ottobre 2020 nell'Unione europea erano state rilevate positività al virus Sars-CoV-2. 

L'ordinanza firmata dal ministro Orazio Schillaci riporta una nota dell'Oms (l'Organizzazione mondiale della sanità), secondo cui rimane "molto probabile e alto il rischio di trasmissione del virus dagli allevamenti di animali da pelliccia all'uomo", oltre al "rischio sanitario significativo" anche per altri animali. Da qui la necessità di intervenire con "provvedimenti urgenti".

Gli oltre 1.500 visoni dell'allevamento di Calvagese della Riviera dovranno dunque essere abbattuti: i proprietari dell'allevamento verranno risarciti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il nuovo focolaio covid in un allevamento: uccisi più di 1.500 visoni

Today è in caricamento