Domenica, 19 Settembre 2021
Cronaca

Schiacciato da un macchinario, operaio muore dopo 3 giorni di agonia

Vito Nuzzo era in coma dopo essere rimasto schiacciato da una pressa all'interno dell'azienda per cui lavorava. Quando è stato portato in ospedale era già in condizioni gravissime

Immagine di repertorio

Non ce l'ha fatta l'operaio 29enne di orgini pugliesi rimasto schiacciato da un macchinario nell'ex cartiera Pirinoli di Roccavione, in provincia di Cuneo. Vito Nuzzo è morto dopo tre giorni di coma, nel reparto di Rianimazione del Cto di Torino. 

Sabato pomeriggio, Nuzzo era finito sotto una pressa nell'azienda dove lavorava e aveva riportato traumi gravissimi da schiacciamento. Soccorsi dai colleghi, era stato trasportato in ospedale con l'elicottero e le sue condizioni erano disperate, come scrive La Stampa

Originario di Lecce, Nuzzo viveva da tempo a Roccavione insieme alla compagna Francesca. "Nel nostro paese aveva trovato il lavoro, l’amore e la felicità - dice il sindaco, Germana Avena - Un bravo ragazzo, che meritava tutto quello che si era conquistato con fatica e sacrifici. Sono profondamente addolorata e vicina a Francesca e alla famiglia"

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schiacciato da un macchinario, operaio muore dopo 3 giorni di agonia

Today è in caricamento