Sabato, 18 Settembre 2021
Caronia / Messina

"Viviana ha strangolato il figlio Gioele e poi si è gettata dal traliccio"

Viviana Parisi era stata trovata morta l'8 agosto del 2020 nei boschi di Caronia. Ora la procura di Patti (Messina) ha chiesto l'archiviazione del caso. La dj 41enne avrebbe fatto tutto da sola

Viviana Parisi, la deejay di 41 anni trovata morta l'8 agosto del 2020 nei boschi di Caronia "si è uccisa lanciandosi dal traliccio" ai piedi del quale è stata trovata senza vita. E, con ogni probabilità, prima di uccidersi avrebbe strangolato il figlio Gioele di 4 anni, poi ritrovato nel bosco il 19 agosto.

La Procura di Patti (Messina) che coordina l'inchiesta sulla morte della donna e del figlio, a un anno dai fatti ha chiesto al gip l'archiviazione e ha autorizzato la restituzione dei corpi di Viviana Parisi e di Gioele Mondello alla famiglia. A questo punto i familiari della deejay di 41 anni e del piccolo Gioele potranno celebrare i funerali, a un anno dalla loro scomparsa.

L'inchiesta era stata aperta per omicidio, sequestro di persona e omissioni di atti di ufficio. Ma per l'accusa non vi sarebbe stato nessun duplice omicidio. Ora si attende la decisione del giudice.

La morte di Viviana e Gioele: le carte della procura

Secondo le carte della procura i periti medico legali e veterinari hanno escluso che il piccolo Gioele possa essere morto per in seguito alle conseguenze traumatiche dell'incidente che la macchina guidata dalla madre aveva subito in galleria quel maledetto 8 agosto scorso. Così come Gioele non sarebbe stato morso da animali selvatici mentre era ancora in vita. "È stato invece accertato come alcune volpi abbiano poi consumato il corpo di Gioele  - spiega il Procuratore di Patti - ma soltanto dopo la sua morte".

Secondo gli esperti avrebbe raggiunto il bosco di Pizzo Turda dove è stato ritrovato cadavere con la madre Viviana. "I numerosissimi semi di Erica Arborea, vegetale esclusivamente presente in tale area - bosco di Pizzo Turda - e dunque caratterizzante in modo specifico quel luogo, rinvenuti sulle suole delle scarpe Adidas di Viviana, consentono di ritenere con certezza come costei sia arrivata nello stesso luogo dove poi sono stati ritrovati i resti del bambino" si legge nelle carte.

Inoltre i sandaletti di Gioele erano del tutto integri e puliti, appaiati e quasi perfettamente allineati tra loro, indice che erano stati tolti da mani umane, che secondo la procura "non potevano che essere che quelle di Viviana". Inoltre anche gli indumenti indossati da Gioele al momento dei fatti non recavano tracce di sangue, fatto che esclude un'aggressione.

"Nessun soggetto estraneo ha avuto un ruolo, neanche marginale, mediato o indiretto nella morte di Viviana Parisi e del figlio Gioele Mondello - mette nero su bianco il Procuratore capo di Patti (Messina) Angelo Vittorio Cavallo, che ha chiesto l'archiviazione dell'indagine - nessuno ha mai visto, né tanto meno incontrato Viviana ed il figlio Gioele".

Come è morto Gioele? Gli scenari

Vincenza Parisi pertanto si sarebbe suicidata e la morte del figlio Gioele potrebbe essere legata a un gesto drammatico della donna, anche se non c'è certezza assoluta su quest'ultima ipotesi. L'intera vicenda se da un lato sarebbe "ascrivibile in modo esclusivo alle circostanze di tempo e di luogo, al comportamento ed alle condotte poste in essere da Viviana Parisi e al suo precario stato di salute, purtroppo non compreso sino in fondo, in primo luogo da parte dei suoi familiari più stretti" come spiega il Procuratore capo di Patti , resterebbero aperti di due scenari per la morte del piccolo Gioele.

"Secondo il primo scenario Viviana, una volta rifugiatasi all'interno del bosco di Pizzo Turda con Gioele, ha constatato come il bambino fosse deceduto e dunque, convinta di avere causato con la sua condotta irrazionale tale situazione, in preda a un'insopportabile angoscia, si è tolta la vita". Oppure, il secondo plausibile scenario è che la donna "giunta nel bosco Pizzo Turda insieme a Gioele, ha commesso un figlicidio di tipo psicotico o altruistico, ponendo fine ella stessa alla vita del figlio", come dice peraltro o il consulente psicologico Massimo Picozzi, "mediante strangolamento o soffocamento".

I sandali di Gioele puliti e appaiati e gli sms del marito: le carte dell'inchiesta sulla morte di Viviana Parisi

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Viviana ha strangolato il figlio Gioele e poi si è gettata dal traliccio"

Today è in caricamento