rotate-mobile
Lunedì, 20 Maggio 2024
Il caso / Frosinone

L'omicidio di Willy Monteiro: i fratelli Bianchi condannati all'ergastolo

Sono stati riconosciuti colpevoli della morte del 21enne, ucciso di botte a Colleferro nella notte tra il 5 e il 6 settembre del 2020. Alla sbarra altri due ragazzi: Mario Pincarelli e Francesco Belleggia. Per loro la condanna rispettivamente a 21 e 23 anni

Sono stati condannati all'ergastolo i fratelli Marco e Gabriele Bianchi, riconosciuti colpevoli dell'omicidio di Willy Monteiro Duarte, il giovane di 21 anni pestato a morte a Colleferro nella notte tra il 5 e il 6 settembre del 2020. Alla sbarra anche, Mario Pincarelli e Francesco Belleggia. Per loro è stata inflitta la condanna rispettivamente a 21 e 23 anni. I giudici hanno accolto le richieste dell'accusa, che aveva invocato l'ergastolo per i fratelli Bianchi. Per i complici, condanne leggermente più lievi invece rispetto a quanto chiesto. L'accusa era di omicidio volontario con l'aggravante dei futili motivi.

Alla lettura della sentenza gli imputati nella cella di sicurezza hanno gridato e imprecato. Subito dopo gli agenti della polizia penitenziaria li hanno fatti allontanare. "E' stato un processo mediatico. Va contro tutti i principi logici. Leggeremo le motivazioni e poi faremo appello. Siamo senza parole", ha detto l'avvocato Massimiliano Pica, legale dei fratelli Bianchi.

"Una sentenza giusta ma il dolore resta infinito", il laconico commento di Armando Monteiro Duarte, papà di Willy, all'uscita del tribunale di Frosinone."Una sentenza ineccepibile in linea con le conclusioni del pm - hanno detto i due legali che hanno assistito la famiglia monteiro - che legge le pagine processuali con un rigore assoluto e anche un riconoscimento di qualità per quanto riguarda l'attività investigativa iniziale delle forze dell'ordine".  

Il testimone: "Ero con Willy quando lo hanno colpito"

"Quella notte ero lì, al di là delle scuse e delle giustificazioni sulla poca illuminazione si vedeva bene tutto e ricordo bene, anche se cerco di rimuovere, che hanno infierito tutti e quattro sul mio amico", aveva detto oggi Samuele Cenciarelli, testimone nel processo. "Ero con Willy quando lo hanno colpito - ha ricordato - Quando ho visto il primo calcio ho provato a intervenire, ma sono stato respinto anche io con un calcio. Ora si stanno arrampicando sugli specchi, ma sono colpevoli tutti e quattro e per loro, senza distinzioni, mi auguro sia ergastolo". 

Omicidio Willy i quattro arrestati OK-3-2

"Contro Willy colpi violentissimi, per fare male"

Secondo la ricostruzione fatta dall'accusa, i fratelli Bianchi - esperti dell'arte marziale Mma - picchiarono per 50 lunghissimi secondi con colpi a ripetizione Willy, intervenuto per difendere un amico durante un banale diverbio all'esterno di un locale. Per il pm "l'azione è partita dai fratelli Bianchi ma poi si salda con l'azione di Belleggia e Pincarelli e diventa una azione unitaria. Quello che è successo a Willy poteva capitare a chiunque altro si fosse trovato di fronte al branco". Il pubblico ministero ha fatto riferimento anche alla Mma, l'arte marziale di cui i Bianchi sono esperti, che sarebbe stata utilizzata come "arma" per "annientare il contendente". I due fratelli avrebbero sferrato "colpi tecnici. Dati per fare male, violentissimi per causare conseguenze gravissime. Dagli esami della scientifica è emerso che sulla scarpa di Belleggia ci sono tracce biologiche di Samuele Cenciarelli che aveva provato a difendere Willy".

Gabriele Bianchi: "Io, descritto come non sono"

Nel corso dell'ultima udienza, Gabriele Bianchi ha chiesto di prendere la parola per difendersi. "Willy e la sua famiglia meritano giustizia - ha detto  - Mi auguro con tutto il cuore che dopo la sentenza i familiari trovino pace e serenità. Vorrei tornare a quella maledetta notte e cambiare tutto, il pm mi ha descritto come non sono. Non sarei stato in grado, anche volendo, di fare ciò di cui mi si accusa. Vi parlo con il cuore in mano, ho sempre detto la verità. Io sogno ancora di tornare dalla mia famiglia e crescere mio figlio".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'omicidio di Willy Monteiro: i fratelli Bianchi condannati all'ergastolo

Today è in caricamento