rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Crisi e vacanze

Tra Windjet e scarafaggi per 11mila italiani vacanze da incubo

Studio Codacons: questa estate sono partiti per le ferie 2,5 milioni di italiani in meno. Nonostente ciò le segnalazioni ricevute dall'associazione dei consumatori sono rimaste invariate rispetto allo scorso anno

Per almeno 11mila italiani, quella 2012 è stata una vacanza da dimenticare. Secondo una statistica del Codacons basata sulle segnalazioni pervenute, infatti, tanti sono i vacanzieri che hanno avuto disagi soprattutto a causa dei trasporti, in particolare vessati dalla vicenda Wind Jet.

Senza dimenticare avventure come pacchetti turistici flop e alberghi infestati da blatte e scarafaggi.

STUDIO CODACONS - Nell'estate che sta finendo, sottolinea l'associazione dei consumatori, complessivamente sono pervenute 11.000 segnalazioni, più o meno lo stesso numero dello scorso anno. Considerato, però, che meno italiani sono andati in vacanza, si tratta di un peggioramento della situazione. Secondo stime dell'associazione, infatti, questa estate sono partiti per le ferie 2,5 milioni in meno di italiani rispetto al 2011.

"Ad incidere negativamente sul dato - dice il Codacons - c'è sicuramente la vicenda di Wind Jet che ha fatto balzare la voce trasporti, con il 32%, al primo posto delle segnalazioni giunte al Codacons, un livello record mai raggiunto, anche se non tutte le proteste erano specificatamente relative a vacanze ma riguardavano anche semplici spostamenti".

Scende rispetto al 2011, pur restando al secondo posto, la voce pacchetto turistico che si attesta al 22%. La riduzione però, spiega il Codacons, "è da attribuire ad un aumento degli italiani che, per risparmiare, hanno optato per vacanze fai da te rispetto a quelle organizzate dai tour operator. Al terzo posto gli alberghi, stabili al 19%. All'interno di questa voce, sono gli scarafaggi gli animali più segnalati nelle proteste dei consumatori, seguiti da mosche (nei piatti, nei buffet, sugli affettati) e ragni. Al quarto posto le promesse non mantenute dei tour operator con il 14%, anche queste in calo per il minor numero di pacchetti turistici venduti".

Migliora passando dal 6 al 4%, la voce bagagli, che dal 2009 ad oggi ha registrato un continuo e costante progresso, grazie all'attivazione di nuovi impianti di smistamento automatico dei bagagli nei principali aeroporti italiani. Stabili le voci Overbooking (1%) e Altri problemi (dall'7 all'8%).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tra Windjet e scarafaggi per 11mila italiani vacanze da incubo

Today è in caricamento