Mercoledì, 28 Luglio 2021
SALUTE

Caldo torrido, l'Italia è infestata dalla zanzara tigre: scatta l'allarme

Da nord a sud, 67 province sono a rischio infestazione. Per difendersi: evitare i ristagni d'acqua, puntare su piante a effetto repellente e su piastrine e vaporizzatori elettrici

Mentre l'Italia boccheggia e soffre il caldo, soffocata dall'ondata di afa che ha colpito l'intera penisola, è di nuovo "allarme nanzare" e torna l'incubo della temibile zanzara tigre.

Secondo il bollettino meteo di Vape Foundation divulgati da Anticimex, nella settimana dal 9 al 15 luglio saranno ben 67 le province con l'indice potenziale di infestazione di zanzara tigre più alto, in una scala di intensità da 0 a 4.

ALLARME AL CENTRO - Nel Lazio l'allarme si concentrerà soprattutto sulle province di Frosinone, Latina, Roma e Viterbo, nelle Marche su Ancona, Macerata, Pesaro e Urbino, in Abruzzo su Chieti e Teramo, in Umbria su Perugia, in Basilicata su Matera.

SOFFRE IL SUD - La Puglia sarà letteralmente presa d'assalto (ad eccezione della sola provincia di Foggia). In Campania a soffrire saranno Caserta,  Napoli e Salerno,  mentre in Calabria il rischio riguarda tre province su cinque (Catanzaro, Crotone e Reggio Calabria) e in Sicilia Agrigento, Catania, Messina, Palermo, Ragusa, Siracusa e Trapani. In Sardegna a non raggiungere il picco più alto sarà la sola Ogliastra.

AL NORD - È allarme anche nelle regioni settentrionali, soprattutto le zone della penisola con la maggiore presenza di fiumi e falde acquifere, luogo privilegiato per il deposito delle uova da parte della zanzare tigre, come sono comunemente chiamati gli insetti appartenenti all’ordine dei ditteri, famiglia Culicidae, genere Aedes e specie albopictus, che ormai da lungo tempo affliggono le estati italiane. La zanzara tigre farà la sua comparsa soprattutto nei territori di Brescia, Cremona, Lodi, Mantova, Milano, Monza e Brianza e Pavia, in Piemonte ad Alessandria, Asti e Novara, in Liguria a La Spezia e Savona. Ad eccezione della sola Ferrara (dove comunque si manterrà il livello medio-alto 3), tutte le altre province dell'Emilia Romagna saranno attaccate. Nel mirino anche la Toscana con Firenze, Grosseto, Livorno, Pisa e Pistoia, il Friuli con Pordenone, mentre in Veneto a soffrire maggiormente saranno gli abitanti delle prinvice di Padova, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza (cinque su sette). 

CONSIGLI PER TUTTI - Ma cosa si può fare per prevenire e contenere il "problema zanzara"? Vale la regola di evitare di accumulare contenitori dove possa raccogliersi acqua stagnante, anche in piccole quantità, come pure è bene mettere in casa piante dall’effetto repellente, ad esempio le piante aromatiche o la Catambra. Si tratta di soluzioni consigliate ma che purtroppo non possonosalvare del tutto dalle punture. È possibile adottare sistemi di disinfestazione automatica che permettono ai privati di programmare giorni e orari di intervento, nebulizzando piretro o repellenti (rosmarino, aglio) nei momenti più idonei ed in assoluta autonomia. Sempre in casa, si può fare ricorso anche alle tradizionali piastrine e vaporizzatori elettrici che contengono piretroidi: devono perciò essere usati con cautela, evitando di soggiornare nella stanza in cui sono in funzionamento, soprattutto se non è ben arieggiata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caldo torrido, l'Italia è infestata dalla zanzara tigre: scatta l'allarme

Today è in caricamento