Sabato, 27 Febbraio 2021
Reggio Calabria

Coronavirus, focolaio nel Reggino: istituita una nuova zona rossa

Il comune di Palmi torna alla Fase 1: la misura dopo 8 casi da contagio "di ritorno" che hanno costretto la regione a disporre la chiusura in tre quartieri della cittadina calabrese. Autorizzati all'interno solo gli spostamenti essenziali, chiusi i negozi

Un focolaio a Palmi ha fatto scattare una mini "zona rossa" nel comune calabrese fino al 26 giugno. Lo ha disposto la governatrice Jole Santelli, dopo che nella cittadina in provincia di Reggio Calabria sono stati individuati 8 casi di Covid-19 dopo il rientro in regione di due soggetti contagiati da coronavirus.

L'ordinanza prevede "il divieto di allontanamento", "limitando al massimo ogni spostamento" nei quartieri di Pietrenere, Tonnara e Scinà. Sospese le attività commerciali e produttive, tranne quelle "essenziali". Un ritorno alla fase 1 per il contenimento del contagio, mentre è partito uno screening sierologico per individuare i casi di contagio tra soggetti asintomatici. 

"Siamo riusciti a scongiurare una chiusura della città e una chiusura prolungata dell'area costiera - spiega il sindaco della cittadina calabrese Giuseppe Ranuccio - Quattro giorni dunque, per tutelare sia la salute sia la stagione estiva, oltre che per essere certi di ripartire in totale sicurezza".

"La situazione è sotto controllo, abbiamo consapevolezza della catena del contagio - afferma il prefetto di Reggio Calabria, Massimo Mariani - le persone interessate sono già in quarantena da giorni".

Al momento risultano 8 i casi accertati tra i componenti di alcuni gruppi familiari già sottoposti alla quarantena dopo l'individuazione dei primi due positivi da soggetti rientrati in Calabria da altre regioni. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, focolaio nel Reggino: istituita una nuova zona rossa

Today è in caricamento