rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Cronaca Italia

Migranti, dietrofront di Zuccaro: "Soldi da trafficanti a ONG solo una ipotesi di lavoro"

Il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro davanti alla Commissione Antimafia: "Operatori umanitari sotto ricatto dei trafficanti. Serve polizia a bordo"

“Soltanto una ipotesi di lavoro mi consente di dire che vi sia qualche ong che possa essere finanziata dai trafficanti”. Lo ha detto il procuratore di Catania, Carmelo Zuccaro, in audizione davanti alla Commissione antimafia: "Mai ho detto di avere un solo elemento probatorio in questo senso”.

“Se tutte le ong – ha proseguito il Pm – stanno al di là delle acque territoriali libiche, noi costringiamo questi assassini a venire allo scoperto”. Sarebbe fondamentale, ha aggiunto, disporre di unità di pronto intervento di polizia giudiziaria dove ci sono interventi di soccorso da svolgere per i migranti.

Per rendere più efficiente il contrasto ai trafficanti di esseri umani, ha quindi sottolineato, “non servono particolari modifiche legislative. Non chiediamo più poteri”. Per rendere più efficiente la ‘macchina’ che attualmente “sta funzionando a mezzo regime” è importante rafforzare l’utilizzo della polizia giudiziaria affiancando alla Guardia costiera, anche il Servizio centrale operativo (Polizia di Stato) e Guardia di Finanza.

Quanto a un eventuale ruolo della mafia, “le indagini non ci danno contezza del rapporto tra organizzazioni mafiose e trafficanti di esseri umani”, ha detto Zuccaro, mentre rispetto all’accoglienza “se io ho affermato che ci sono appetiti mafiosi è perchè ci sono evidenze investigative”.

Polizia a bordo delle navi delle Ong

“I trafficanti – ha aggiunto – in qualche modo stanno ‘ricattando’ gli operatori umanitari esponendo i migranti a rischi sempre più estremi”. Inoltre, per il procuratore di Catania, “se a bordo delle navi delle ong ci fossero delle unità di polizia giudiziaria sarebbe stato possibile già assicurare alla giustizia i trafficanti che nei giorni scorsi hanno ucciso un giovane immigrato a bordo di un barcone subito prima di essere soccorso, solo per non essersi voluto togliere il cappellino”.

Di Maio: "Ong che dicono?"

"La proposta di Legge del Movimento 5 Stelle prevede proprio il potenziamento della polizia giudiziaria in mare. Le Ong sono disposte ad accettare la presenza di Polizia giudiziaria a bordo? Vogliono anche loro che ci sia maggiore trasparenza? Se si', allora questa è la strada". Così il deputato M5S e vicepresidente della Camera, Luigi Di Maio, in un post su Facebook.

Di Maio cita quindi le parole pronunciate dal procuratore di Catania Carmelo Zuccaro quando ha detto: "Sabato scorso e' arrivata a Catania una nave con 498 migranti soccorsi ed il cadavere di un giovane ucciso a freddo su un barcone da un trafficante perché non si era tolto il cappello. Se sulla nave della Ong che ha fatto l'intervento vi fossero state unità della nostra polizia giudiziaria avremmo già preso i trafficanti e li avremmo già nelle nostre galere. L'obiettivo delle indagini non sono le ONG ma i trafficanti ed alcune recenti modalità del traffico li stanno favorendo. Questi criminali sono autori di violenze inaudite e del tutto gratuite" conclude la citazione di Zuccaro.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Migranti, dietrofront di Zuccaro: "Soldi da trafficanti a ONG solo una ipotesi di lavoro"

Today è in caricamento